Francia – esportazioni di vino 2014

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
francia expor 2014 0

 

Con un buon mese di anticipo rispetto al nostro paese, la Francia ha rilasciato i dati preliminari delle esportazioni di vino a dicembre, che oggi analizziamo. Il 2014 per la Francia non è andato bene, e certamente è andato peggio che l’Italia: il dato a fine anno è leggermente negativo (-1.2% a valore) mentre per il nostro paese si registrerà un dato leggermente positivo (1-2%). Mi sembra però che i commenti letti qua e là non inquadrino bene quello che sta succedendo: la definizione giusta mi sembra sia che le esportazioni francesi hanno superato il momento difficile, si siano stabilizzati negli ultimi mesi e, proprio in dicembre, abbiano dato qualche segnale di ripresa. Da dove viene il mio “ottimismo”? semplicemente dal fatto che le due categorie principali dell’export, i vini di Bordeaux e lo Champagne, stiano andando meglio. Per il Bordeaux, il “crollo” visto fino a giugno si è rimarginato nella seconda parte dell’anno. Per lo Champagne, il 2014 è stato invece un anno di crescita robusta (+8%). Tornando al confronto con l’Italia, mi sembra invece che la tendenza sia al rallentamento per il nostro export, contro un graduale miglioramento per la Francia, che soprattutto nei primi 6 mesi del 2015 avrà una base di confronto piuttosto facile. Passiamo ai dati in dettaglio.

 

francia expor 2014 1

 

  • L’export scende dell’1% a 7.7 miliardi di euro, interamente a causa del calo del volume, -1.4% a 14.4 milioni di ettolitri. Il prezzo mix è dunque stabile a 5.38 euro al litro.
  • La categoria principale, lo Champagne, ha avuto la performance migliore. Le esportazioni sono cresciute dell’8% a 2.4 miliardi di euro, con un contributo “sano”, di un incremento del 5% dei volumi e del 2.5% del prezzo mix, che è costantemente cresciuto negli anni, a raggiungere il valore stellare di 23 euro al litro.
  • I vini fermi AOP sono ancora in calo dell’8% circa, a 3.8 miliardi di euro, fortemente impattati dalla categoria Bordeaux, che perde il 17% a 1.8 miliardi di euro, con un calo di volume del 9% a 2 milioni di ettolitri e una riduzione simile del prezzo medio di export, che è sceso a 8.5 euro al litro (9.7 fu il record del 2012).
  • Si sono invece stabilizzate intorno a 700 milioni di euro le esportazioni di vini di Borgogna, che con 563mila ettolitri (-13%) subiscono un forte calo di volume. Il prezzo medio di esportazione sale del 14% a 12.6 euro al litro.
  • Tutti gli altri vini sono a 2.8 miliardi di euro, +4%, con un volume stabile a 10.7 milioni di ettolitri e un miglioramento del prezzo mix del 3% a 2.7 euro al litro.
  • Il confronto con l’Italia possibile per ora fino a fine novembre, dice che l’export italiano è stato in crescita dell’1.4% a 5048 milioni e quello francese in calo dell’1.4% a 7667 milioni di euro. Ci separano 2.6 miliardi di euro, il valore più basso dal 2011 a questa parte. Come dicevamo sopra, la “differenza” tra le due nazioni si sta stabilizzando, ed è probabile che possa riprendere a crescere il prossimo anno…
francia expor 2014 2
francia expor 2014 15
francia expor 2014 3
francia expor 2014 4
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>