Schloss-Wachenheim – risultati 2013/14

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
ssw 2014 2

Schloss-Wachenheim ha avuto un ottimo 2013-14, con un leggero incremento delle vendite ma un più deciso aumento degli utili grazie al calo degli oneri finanziari e della tassazione. Come ricorderete il gruppo è esposto in proporzioni molto simili al mercato tedesco, francese e a quello dell’Est Europa, con una presenza nel segmento dei vini spumanti ma anche nella nicchia a forte crescita dei vini non alcolici. Andiamo insieme a vedere l’andamento dei principali mercati e i risultati 2013-14.

ssw 2014 tab

 

  • In Germania l’azienda ha avuto un buon anno, con un incremento del fatturato del 7%, derivato dalla revisione al rialzo dei prezzi per via dell’aumentato costo delle materie prime, che ha più che compensato il calo del volume delle vendite a 83 milioni di bottiglie (-6%). Il clima economico è positivo e l’azienda è per il 60% esposta agli spumanti, +3% nel 2014 e ha una presenza nei vini non alcolici, in crescita del 23% a 25 milioni di euro.
  • In Francia, la dinamica dei volumi è la medesima (-7% a 73m di bottiglie), ma le vendite in questo caso non crescono a causa della più difficile situazione economica. In Est Europa le cose invece vanno peggio. Le vendite calano del 3%, compreso un effetto valutario di poco più dell’1% e volumi giù del 2% a 60 milioni di bottiglie.
  • Nel complesso, il bilancio chiude con un incremento del fatturato del 2% a 314 milioni di euro, un gross margin stabile al 39% del fatturato e un MOL stabile anch’esso a circa il 9.3% del fatturato. Gli investimenti hanno rallentato la corsa, consentendo quindi un incremento dell’utile operativo del 3% a 21.5 milioni. Ma come dicevamo sopra, è la parte finanziaria a portare il maggior beneficio. Gli oneri finanziari calano del 10% a 3.5 milioni di euro, le tasse passano da 5 milioni a 1.6, consentendo un forte incremento dell’utile netto, +31% a 12.6 milioni di euro.
  • La struttura finanziaria migliora ulteriormente, con un debito netto di 68 milioni, contro 85 milioni del 2012/13. A contribuire al calo del debito, oltre alla generazione di cassa di 22 milioni (da 21 del 2012-13), un miglioramento del capitale circolante di 6 milioni di euro, contro l’assorbimento di 14 dell’anno precedente e  investimenti di 7.4 milioni, allineati agli ammortamenti.
ssw 2014 1
ssw 2014 3
ssw 2014 4
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>