Produzione di vino nel mondo – aggiornamento OIV 2014

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email

prod mondo oiv 2014 1

La nota di congiuntura di OIV da cui traiamo la prima stima di produzione mondiale di vino sta diventando sempre più striminzita e ora si riduce a un semplice comunicato stampa (sempre che non mettano qualcosa di nuovo nel sito nel frattempo). In secondo luogo, viene lecito farsi qualche domanda sulla qualità dei dati pubblicati, strani per quanto riguarda l’Italia, accreditata di ben 52 milioni di ettolitri di vino e mosti, contro un dato pubblicato da ISTAT di 48 milioni di ettolitri. Verrebbe voglia, in qualche modo, di dedicare del tempo a recuperare i dati puntuali, nazione per nazione… potrebbe essere il prossimo mestiere del blog… pubblicare propri dati invece di elaborare quelli degli altri… chissà.

Finite le critiche, cominciamo la costruzione. Come sempre prendiamo i dati per come sono, senza apportare modifiche (soprattutto al caso italiano). La produzione mondiale del 2014 è vista a 271 milioni di ettolitri, con un calo di 17 milioni rispetto al 2013, che ha segnato un picco storico di produzione a 288milioni. Il calo è dunque del 6%, anche se guardando i dati in prospettiva storica la produzione 2014 è allineata alla media. Chi ha fatto prodotto molto di più? Germania, Sud Africa, Argentina e Australia. Chi molto di meno? Romania, Cina (anche se qui il dato è presunto uguale al 2013), Cile, Italia e Portogallo. Passiamo ad analizzare i dati insieme.


prod mondo oiv 2014 25

  • La Francia produce secondo OIV 46 milioni di ettolitri nel 2014, due milioni più dell’Italia. La vendemmia transalpina è circa il 3% superiore alla media, quella italiana circa il 6% sotto. Se prendiamo una prospettiva storica di molto lungo termine, diciamo 2004-2014, 11 anni, la Francia ha mediamente prodotto 47.4 milioni di ettolitri, l’Italia 47.9. Se sostituissimo il dato clamorosamente sbagliato del 2013, arriveremmo a 47.5 milioni di ettolitri. Praticamente la stessa cosa.
  • Tornando ai nostri dati, in Europa si registra anche il crollo della produzione Spagnola, anch’essa però legata all’abnorme dato 2013. La produzione presunta di 37 milioni di ettolitri del 2014 è in realtà del 2% superiore alla media storica. Dunque possiamo già dire che Italia e Spagna da sole fanno la variazione della produzione mondiale tra il 2013 e il 2014.
  • Recupera la Germania, calano Romania e Portogallo. Mancano i dati sull’Europa in totale ma tutto questo lascia presumere a un calo della produzione europea piuttosto pronunciato, intorno all’8%.
  • I dati del resto del mondo sono meno volatili. Gli USA hanno perso 1 milione di ettolitri, circa il 5%, ma sono sopra la media storica. Il dato che forse merita di essere sottolineato è il Cile che passa da 12.8 a 10 milioni di ettolitri, dopo una progressione quasi ininterrotta di diversi anni. La “tigre” della produzione mondiale di vino ha subito una battuta d’arresto ed è stata a quanto pare sostituita dalla Nuova Zelanda, che secondo OIV ha prodotto 3.2 milioni di ettolitri di vino, contro 2.5 milioni del 2013 e 2 milioni del 2012.
  • Non ci resta che sperare che ad aprile OIV si decida a pubblicare dei dati un po’ più autorevoli, altrimenti un giorno o l’altro potrebbe venirmi in mente di cambiare mestiere…

prod mondo oiv 2014 2

prod mondo oiv 2014 3

prod mondo oiv 2014 4

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Produzione di vino nel mondo – aggiornamento OIV 2014”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>