Produzione di vino in Italia 2013 – aggiornamento ISTAT

1 commento
Print Friendly, PDF & Email
ITALIA PROD 2013 0

 

Un po’ più in ritardo rispetto agli anni scorsi, ma i dati sulla produzione di vino in Italia sono finalmente stati postati da ISTAT a metà settimana. E’ una vendemmia record per i volumi, sotto tutti gli aspetti: bianchi, rossi, DOC, IGT, vini comuni e anche mosti che hanno confermato il livello piuttosto elevato già toccato nel 2012. Se “più è meglio è”, allora è andata bene al centrosud, e un po’ meno bene al Nord nel 2013. Se ci guardiamo indietro, diciamo che il 2013 ha avuto volumi di circa il 7-8% superiori alla media, quando invece lo scorso anno erano stati di circa il 10% inferiori. Per cui, quando diciamo che questi 45.3 milioni di ettolitri di vino (48.2m compresi i mosti) sono il 18% in più dello scorso anno stiamo confrontando una vendemmia povera con una vendemmia ricca. Addentriamoci nei numeri.

ITALIA PROD 2013 1

 

  • Della produzione di 45.3 milioni di ettolitri, circa il 53% sono vini rossi cioè 24 milioni di ettolitri, e 21 milioni sono bianchi. I vini rossi sono dunque cresciuti del 23% contro il +13% dei bianchi.
  • Possiamo anche dire di più. Per i vini rossi il 2013 è stato l’anno dei record, sotto tutti gli aspetti, avendo realizzato una vendemmia del 16% al di sopra della media storica, contro un livello allineato alla media storica per i vini bianchi.
  • I mosti sono stati quasi 3 milioni di ettolitri, soltanto +4% ma il 26% in più della media storica, che si attestava su circa 2.3 milioni di ettolitri.
  • Dal punto di vista qualitativo, le DOC/DOCG raggiungono il massimo storico di 17.4 milioni di ettolitri, cosi’ come cresce la produzione di IGT dopo due anni calanti, a quasi 16m di ettolitri. Appare interessante confrontare due annate simili come quantita’ prodotte come sono state il 2013 e il 2010. Come potete vedere i vini comuni hanno perso 3 milioni di ettolitri, che si sono ripartiti sulle IGT e sulle DOC.
  • Che cosa succede nelle regioni? Come dicevamo è stata una vendemmia particolarmente ricca soprattutto al centro sud, ma anche al Nord Est (escluso il Friuli). In Piemonte, la produzione si è ripresa del 9% ma è comunque stata del 4% sotto la media storica. In Lombardia, gli 1.3m di ettolitri sono in crescita soltanto del 6% ma sono allineati alla media storica. Le regioni del Nord che sono andate meglio sono invece Veneto, con 9 milioni di ettolitri, il 12% sopra la media storica, TrentinoAA a 1.4m di ettolitri, il 16% sopra la media e l’Emilia Romagna, dove la produzione è balzata del 19% a 6.7 milioni di ettolitri anch’essa di oltre il 10% sopra i livelli storici.
  • L’altra regione “qualitativa” italiana, la Toscana ha visto un forte recupero della produzione (+27% a 2.7 milioni di ettollitri), che è tornata in linea con le medie storiche.
  • L’unica regione dove le cose sembrano essere andate male è il Friuli Venezia Giulia, con una produzione di solo 1.1 milioni di ettolitri, -16% contro il 2012 e dell’11% sotto la media storica.
  • Scorrendo il resto d’Italia sono ben sopra le medie storiche le Marche (23%) a 1 milione di ettolitri, la Basilicata (14%) e le due isole, Sicilia (33%, con una produzione record di 6.2 milioni di ettolitri) e la Sardegna (23%, a 638mila ettolitri).
  • Insieme al Piemonte e al FriuliVG sono sotto media la Campania (6%, 1.6 milioni di ettolitri), la Puglia (12%, nonostante un +20%, a 5 milioni di ettolitri), mentre è esattamente allineata la Calabria (368 mila ettolitri).
ITALIA PROD 2013 2
ITALIA PROD 2013 3
ITALIA PROD 2013 4
ITALIA PROD 2013 5
ITALIA PROD 2013 6
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Produzione di vino in Italia 2013 – aggiornamento ISTAT”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>