I consumi di vino nel mondo – stima OIV 2013

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
consumi mondiali 2013 0

 

Quando si mettono in fila i numeri sul consumo mondiale di vino che vengono snocciolati da OIV c’e’ poco da divertirsi, perche’ nonostante tutta la rumba sull’incremento dei consumi di qualita’ nei mercati sviluppati e sul crescente consumo di vino nei nuovi mercati… i consumi di vino calano tutti gli anni, di poco ma calano. Quanto? Circa l’1% all’anno. Siamo arrivati a 239 milioni di ettolitri stimati nel 2013 contro circa 251 milioni di 5 anni fa, nel 2008.        Tra i 5 grandi mercati per il consumo noi siamo naturalmente quelli che ce la caviamo peggio, con un ritmo piuttosto preoccupante, -3.6% annuo, esattamente lo specchio della Cina che invece mostra una crescita del 3.7% annuo sul quinquennio. Il tutto ci porta a considerare che il mercato del vino e’ stato strutturalmente equilibrato negli ultimi anni (qualcuno ha addirittura ipotizzato che mancasse vino!). La verita’ e’ che in a         nnate come il 2013, dove la produzione supera i 270 milioni di ettolitri neanche considerando gli usi industriali del vino si arriva all’equilibrio. Penultima notizia: OIV vede consumi in calo in Cina. Ultima notizia: finalmente l’OIV ha sancito il sorpasso degli USA contro la Francia, nel 2013, quando nel 2012 i francesi avevano uno strano alquanto improbabile incremento dei consumi…

consumi mondiali 2013 2

 

  • Dei 238 milioni di ettolitri consumati nel 2013 (-1% sul 2012), circa la meta’, 116 milioni si consumano nei primi 5 mercati, USA, Francia Italia, Germania e Cina. Se aggiungiamo i 5 mercati che seguono (per alcuni dei quali mancano i dati), raggiungiamo 166 milioni di ettolitri, quindi il 70% del totale. Volete salire ai 20 mercati? 202 milioni di ettolitri, 85% del totale. Piuttosto concentrato quindi.
  • Il primo mercato diventa finalmente gli USA con 29.1 milioni di ettolitri nel 2013, una crescita dell’1% sui 5 anni e un livello sostanzialmente stabile rispetto al 2012. Superano la Francia che cala del 2% nel periodo 2008/13 e di addirittura il 7% contro il 2012 (ma il dato 2012 come avevamo gia’ detto puzza veramente tanto). In Francia si consumano circa 28 milioni di ettolitri.
  • L’Italia resta per ora il terzo mercato con consumi stimati di 21.8 milioni di ettoltri, 800mila in meno del 2012, quindi -4%, e una discesa simile nel corso degli anni. La Germania resta il quarto mercato, con 20.3 milioni di ettolitri. I tedeschi sono fermi su questi volumi di consumo da ormai diversi anni. Credo sia difficile immaginare a evoluzioni in positivo: saranno invece francesi e italiani che convergeranno probabilmente verso la Germania perdendo consumi.
  • La Cina interrompe un percorso di crescita di diversi anni nel 2013, con un calo di 0.7 milioni di ettolitri, non poco, circa -4%. Se confrontati con i 14 milioni del 2008 si cresce ma certamente non siamo piu’ sulla curva che tutti si erano immaginati.
  • Che succede sotto? La tabella allegata vi mostra un po’ di numeri. Per alcuni grandi mercati come la Russia mancano i dati. Va forse notato il percorso di crescita dell’Argentina e del Sud Africa nei loro consumi interni. E anche della Grecia… ma sara’ vero? Vi lascio alle tabelle!
consumi mondiali 2013 1
consumi mondiali 2013 3
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>