Lombardia – produzione di vino DOC/DOCG – aggiornamento Federdoc 2012

nessun commento
lombardia 1 fed

 

I dati di Federdoc per la Lombardia sono decisamente negativi: la produzione di vino di qualità è scesa da 872mila e 731mila ettolitri, con un calo del 16% e un livello produttivo del 7% circa al di sotto della media storica mostrata dalla regione nel corso degli ultimi anni. Ancora più negativo, se i dati sono corretti, è il fatto che la produzione persa sia venuta dalla DOC in questo momento più rappresentativa e di successo della regione, Franciacorta. La superficie denunciata è purtroppo un dato molto incompleto per il 2012 (vedere tabella); se però riaggiungiamo i dati del 2011 per le DOC mancanti (ipotizzandole stabili), arriviamo a un calo delle superfici vitate soltanto del 4-5% rispetto allo scorso anno, il che significa che il calo produttivo del 16% è sopratutto da attribuire a una “cattiva annata”. Andiamo a guardare qualche numero insieme.

lombardia 2 fed

 

  • Le principali DOC in termini di volume restano quelle dell’Oltrepo Pavese, che vi ho anche separato in un grafico ad hoc per farvi vedere l’andamento produttivo, dopo l’inspiegabile scisma che ha prodotto una DOC geografica, una DOC-vitigno, la Bonarda, e tre DOC che non si capisce bene perchè ci siano, avendo una produzione inferiore ai 10mila ettolitri ciascuna. Detto questo, la DOC Oltrepo Pavese resta la principale nella regione con una produzione in calo del 13% a 172mila ettolitri. La superficie vitata scende del 9% a 2900 ettari, dunque la resa cala del 4% a 59 ettolitri per ettaro.
  • Dopo la DOC Geografica c’è la DOC Bonarda dell’OP, con 169mila ettolitri prodotti, in calo simile all’altra DOC, -14%, con una riduzione delle superfici vitate del 7% e un calo della resa per ettaro simile, a 64 ettolitri per ettaro.
  • Per la Franciacorta, non abbiamo dati di superficie per il 2012, ma solo di produzione stimata, a 117mila ettolitri. Si tratta di una vera e propria apparente battuta d’arresto, dopo diversi anni di crescita costante. Il calo è stato secondo i dati Federdoc del 29%, con una produzione del 12% inferiore alla media storica (ma questo dato ha poco senso dato lo sviluppo costante della produzione nel corso degli anni).
  • Va certamente sottolineata la forte progressione dei vini DOC Lugana, che partiti da 25mila ettolitri nel 2006 sono a 89mila ettolitri di produzione nel 2012, con una progressione ininterrotta che si fa decisamente notare. La crescita dell’ultimo anno, +8%, si suddivide equamente tra le superfici e la resa per ettaro, molto elevata a 85 ettolitri per ettaro.
  • Una parola infine per la DOC Garda, dove la produzione è calata del 25%, ma resta comunque un buon 50% sopra la media storica. L’exploit dello scorso anno viene il dubbio possa essere stato un exploit statistico (di Federdoc) invece che un exploit reale di produzione. Di certo ci sarebbe stato un calo dell’11% delle superfici denunciate a 1000 ettari, e un calo delle rese del 16% a 55 ettolitri per ettaro.
lombardia 3 fed
lombardia t1
lombardia t2
lombardia t3
Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>