Esportazioni di vino italiano – aggiornamento febbraio 2014

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
export vino 2014 02 1

 

Le esportazioni di vino hanno ripreso a correre in febbraio (+6%), nell’ambito pero’ di un clima di crescente incertezza relativamente alle possibilita’ che i forti trend passati continuino. Non vi propongo oggi il grafico, ma certamente il settore vino continua a essere “virtuoso”, dato che la media di crescita delle esportazioni degli ultimi mesi, circa 5-5.5% e’ largamente superiore all’evidenza dell’export preso tutto insieme, intorno all’1-1.5%. Oggi ci dedichiamo di piu’ ad analizzare qualche trend dei principali mercati, e in particolare di quello tedesco, dove si sta verificando un vero e proprio crollo delle esportazioni di vino sfuso e di vini spumanti. Andiamo nel dettaglio dei numeri.


export vino 2014 02 0

 

  • L’export di Febbraio, mese poco importante nell’ottica stagionale, vede continuare i trend chiave di questo periodo. Forte calo delle esportazioni di vino sfuso, non soltanto a volume ma anche a valore e forte crescita degli spumanti, che continuano a crescere a doppia-cifra, pur trattandosi di cifre poco rilevanti per la categoria. L’export totale cresce del 6% a 375 milioni e porta il dato annuale a 5.03 miliardi di euro, +6% rispetto allo scorso anno.
  • I volumi si sono stabilizzati in febbraio, segnando un +2% e mantenendo quindi la soglia di 20 milioni di ettolitri, che altrimenti sarebbe stata “sfondata”. Analizzando pero’ i trend sottostanti, e’ importante notare come sia i vini imbottigliati che quelli sfusi continuino a calare in volume, i primi del 2% circa (e rappresentano il 60% dei volumi) e i secondi del 15% circa (e fanno un altro 25-30% del totale. Cio’ significa che questa e’ una “stabilizzazione zoppa”, dato che i gli spumanti, il 10% del totale, con una crescita del 15% vanno a compensare le prime due.
  • Bene, passiamo al tema del giorno e cioe’ che cosa succede in Germania. Preso nel suo insieme, l’andamento non preoccupa dato che il trend e’ +3% a valore e -4% a volume. Se guardate i grafici allegati vi trovate pero’ davanti a una realta’ ben diversa. Innanzitutto si nota un forte deterioramento. Il +3% dei 12 mesi a febbraio era +6/7% fino a dicembre. Secondo, se e’ vero che per il vino imbottigliato poco succede, volumi in calo del 4-5% e valore in crescita del 3-4%, per i gli spumanti siamo di fronte a un vero e proprio crollo dei volumi e dei valori esportati e lo stesso si sta materializzando proprio in questi mesi per il vino sfuso. Ad oggi le esportazioni di spumante in Germania sono circa 90 milioni di euro per 250mila ettolitri. Al picco erano oltre 100 milioni con volumi di oltre 400mila ettolitri. Lo stesso vale in parte per gli sfusi: oggi esportiamo per 192 milioni e 2.8 milioni di ettolitri: sembrano pero’ aver imboccato un andamento piuttosto preoccupante.
  • Concludo con un paio di grafici relativi al Regno Unito e agli USA. Negli USA assistiamo a un graduale ma per ora non preoccupante indebolimento della crescita stranamento guidato dai volumi, specificamente di vino fermo. Nel Regno Unito invece restiamo sul piede del +15% annuo, con un graduale miglioramento dello scenario sui volumi, indeboliti in passato dal cattivo andamento dei vini imbottigliati.

 

 

export vino 2014 02 2
export vino 2014 02 3
export vino 2014 02 45
export vino 2014 02 4
export vino 2014 02 5
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>