Classifica delle DOC/DOCG italiane 2012 – dati Federdoc

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
doc italiane 2012 1

 

Oggi vi delizio con il post tutto tabellare relativo alla produzione di vini DOC/DOCG 2012 come pubblicato da Federdoc. Trovate la classifica generale, ormai dominata in modo indiscutibile dal Prosecco, che nel 2012 ha una produzione doppia rispettoa alla seconda DOC, il Montepulciano d’Abruzzo. Pensate che nel 2009 la produzione era la medesima… Trovate poi le classifiche per tipologia. Poche novità, salvo forse la DOC Sicilia, partita nel 2012 con una produzione “pronti-via” di 600mila ettolitri, che la mette al quinto posto nella classifica nazionale e al primo posto tra le indicazioni “geografiche”, da sempre guidata dalla DOC Trentino. Andiamo dunque ad analizzare brevemente i dati.


doc italiane 2012 2

 

  • Nella classifica generale, il Prosecco cresce del 33% a 1.8 milioni di ettolitri e precede il Montepulciano di Abruzzo, anch’esso in crescita del 10% a quasi 0.9 milioni di ettolitri. Scende al terzo posto la DOCG Asti, che ha avuto un calo del 6% della produzione a 0.8 milioni di ettolitri. Scende del 13% anche la produzione di Chianti, numero 4 con 0.7 milioni di ettolitri, mentre la quinta DOC diventa Sicilia, con 0.6 milioni di ettolitri. Seguono altre due DOC venete, Soave a Conegliano Valdobbiadene, con 0.6 e 0.5 milioni di ettolitri.
  • Per quanto riguarda le superfici vitate, che trovate nell’ultima tabella, il commento da fare è che il Prosecco ha superato il Chianti ed è diventata la principale DOC anche in questa classifica, con 14285 ettari vitati (+27%) rispetto a 14183 del Chianti (-3%). La DOC Sicilia, con 12mila ettari entra nella classifica come quarta DOC nazionale. Seguono Asti con 9500 ettari e Montepulciano con 9332 ettari.
  • Tra le DOC Rosse, faccio lo stesso commento degli scorsi anni. La principale DOC è il Chianti con 1.05 milioni di ettolitri, somma del Chianti e del Chianti Classico. Segue il Montepulciano d’Abruzzo con 0.8 milioni di ettolitri e il Valpolicella con 0.35 milioni, molto più piccola. Chi cresce con continuità? Scendendo lungo la classifica noterei senz’altro il percorso virtuoso del Bardolino, che cresce poco ma tutti gli anni, i Lambruschi (anche se con qualche alto e basso) e il Barolo. Se notate: vini leggeri e grandi vini…
  • Nel segmento dei bianchi, si segnala l’incremento del 30% della DOC Soave a 530mila ettolitri, che resta la principale DOC Bianca Italiana. Segue il Trebbiano d’Abruzzo, +5% a quasi 200mila ettolitri e la DOC Castelli Romani, terza tra le bianche con 156mila ettolitri. La quarta DOC Verdicchio dei Castelli di Jesi è purtroppo in costante calo, e chiude il 2012 con meno 130mila ettolitri.
  • Un breve cenno alle denominazioni geografiche, dove notate Sicilia al primo posto seguita da Trentino a 0.5 milioni di ettolitri e Romagna a 0.3 milioni, poi Alto Adige e Piemonte. Oltrepo’ Pavese sarebbe molto più in alto se non fosse stata spacchettata in 3-4 denominazioni con menzione del vitigno
  • Terminiamo con gli spumanti, dove identifichiamo 4 denominazioni specifiche. Il Prosecco domina e cresce del 33%, mentre l’Asti cala del 6%. Il Conegliano Valdobbiadene, se aggiunto al Prosecco, arriva a 2.4 milioni di ettolitri…
doc italiane 2012 3
doc italiane 2012 4
doc italiane 2012 5
doc italiane 2012 6
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>