Esportazioni di vino italiano – aggiornamento gennaio 2014

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
EXP GEN 2014 3

 

Sebbene gennaio sia un mese irrilevante per il commercio estero di vino, vale la pena spendere due parole su quello che sta succedendo. Innanzitutto questo mese di gennaio si confrontava con un 2013 in cui l’incremento dell’export era stato del 29%, quindi molto forte. Sapete, quando i numeri sono piccoli le variazioni percentuali eclatanti sono facili da realizzare. Detto questo, il mese di gennaio è stato stabile dal punto di vista del valore e ha segnato un ulteriore calo del volume di vino sfuso (ma anche un -3% per i vini imbottigliati). Andiamo a vedere i numeri di dettaglio.


EXP GEN 2014 1

 

  • Le esportazioni di gennaio sono state 346 milioni di euro (+1%), il che ci porta a un totale annuo (febbraio-gennaio) di 5009 milioni di euro, +5.8% rispetto allo scorso anno. I volumi scendono da 1.46 milioni di ettolitri, -5%, essenzialmente a causa del  calo dei vini sfusi, mentre continua la corsa dei vini spumanti. Il totale annuo scende a 20.1 milioni di ettolitri, con un prezzo medio annuo di 249 euro per ettolitro, in crescita del 12%.
  • I vini imbottigliati sono cresciuti del 2% in gennaio, il che porta il totale annuo a 3.8 miliardi di euro, +4%. I volumi sono calati del 3.4% nel mese, quindi del 3.2% sui 12 mesi a 12.3 milioni di ettolitri. A determinare questo andamento in gennaio sono stati un calo del 13% delle spedizioni in USA, che però resta positivo per +2.5% a 907 milioni di euro. Sale del 5% l’export in Germania, con un andamento annuo in crescita del 3% a 720 milioni. Tutti gli altri mercati sono comunque “entro” delle variazioni limitate, salvo un forte incremento in Olanda e in Francia.
  • I vini sfusi calano del 20% nel mese, questa volta combinando un -12% dei volumi e un -9% del prezzo-mix. L’incremento annuo delle esportazioni scende al +5%, 472 milioni di euro. Dal punto di vista dei mercati, un calo così pronunciato non poteva non essere determinato dal mercato tedesco, dove il mese ha segnato una riduzione del 32% e dove in ragione d’anno l’export resta a +13.8%, EUR202 milioni. Forse per i vini sfusi vale la pena di sottolineare come il Regno Unito sia diventato il secondo mercato, con 35 milioni di euro, +39% rispetto ai 12 mesi precedenti.
  • I vini spumanti continuano la loro corsa, anche se come sapete i primi 4 mesi dell’anno contano poco. Con 49 milioni di euro l’incremento è comunque del 15%, con una spinta derivante essenzialmente dai volumi, +21%. In ragione d’anno gli spumanti crescono del 16% a 742 milioni, con volumi di 2.13 milioni di ettolitri, +13%. Andando nel dettaglio dei prodotti, l’Asti ha perso il 2%, gli spumanti DOP sono cresciuti del 35% per il mese di gennaio. Da questi andamenti deriva che i mercati anglosassoni continuano a crescere pesantamente, con gli USA che raggiungono 140 milioni di euro sull’anno, +18%, e il Regno Unito a 130 milioni, +42%.
EXP GEN 2014 2
EXP GEN 2014 0
EXP GEN 2014 4
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>