Vendite al dettaglio di vino in Italia – aggiornamento a settembre 2013

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
vendite dettagli q313 1

 

Nel contesto di un commercio al dettaglio in fase di graduale stabilizzazione, il terzo trimestre sembrerebbe essere stato positivo per il settore del vino. Le vendite al dettaglio sono cresciute del 4% sui 9 mesi dell’anno, leggermente meglio del dato rilevato alla fine del semestre. L’andamento migliore è ancora appannaggio di due categorie di prodotto: i vini comuni, quindi il basso di gamma e gli spumanti che dopo l’altalena dei primi due trimestri dell’anno (legata anche alla Pasqua) crescono del 7% nel trimestre e del 9% circa sui primi 9 mesi. Ma per loro, come ben sapete, il periodo critico è quello che comincia proprio in questi giorni. Andiamo a vedere i numeri.


vendite dettagli q313 2

 

  • ISMEA riporta un dato sui 9 mesi di +4.2% per le vendite al dettaglio di vino, fatto di un calo del 6% dei volumi e di una crescita dell’11% del prezzo mix. Come abbiamo detto sopra, all’interndo di questo +4%, i vini fermi crescono del 3.4% mentre gli spumanti fanno +7%.
  • Se scendiamo all’interno della categoria dei vini fermi, si notano i seguenti trend, consistenti con quanto abbiamo visto nei mesi precedenti. La crescita del 3-4% per i vini di qualità, spinta dai vini bianchi (+5% contro +2% per i vini rossi), si scompone con un leggero decremento dei volumi, nell’ordine dell’1%, e un incremento del prezzo mix del 5% circa. Nel caso dei vini bianchi, anche i volumi sono positivi per il 2% circa, mentre permane la debolezza di volumi di vendita dei vini rossi, a -3.5%.
  • I vini IGT continuano essere la categoria più debole, come se si verificasse una polarizzazione verso le due categorie estreme. Gli IGT sono fermi al +1% nei 9 mesi, che significano un trimestre sostanzialmente allineato a questo valore. I volumi sono in deciso calo, -10%, mentre il prezzo mix cresce a compensare questa riduzione. I numeri sono gli stessi che abbiamo visto a fine semestre.
  • Nel segmento dei vini da tavola si registra invece una accelerazione nel terzo trimestre dell’anno. Le vendite sui 9 mesi sono a +7.3% mentre erano a +6.2% a fine giugno, il che implicherebbe un terzo trimestre nell’ordine del +10% (o forse anche meglio se pesassimo per i volumi di vendita trimestrali). Il miglioramento è sostanzialmente dovuto a un minor calo dei volumi rispetto ai trimestri precedenti, intorno al 6%, mentre l’effetto prezzo continua a essere determinante a +17%.
  • Infine una parola sugli spumanti, che in Italia sui 9 mesi crescono del 9%. Si tratta dell’unica categoria che non perde volumi di vendita, anzi. I volumi crescono del 7% e i prezzi soltanto del 2%. Questo +9% è circa la metà dell’anno, non i tre quarti come indicherebbe la data di rilevamento. Qui sarà critico vedere cosa succede nell’ultimo trimestre dell’anno.
vendite dettagli q313 25
vendite dettagli q313 3
vendite dettagli q313 4
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>