Emilia Romagna – produzione vino – dati Federdoc 2011 e ISTAT 2012

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email
emilia romagna 2012 prod 0

La produzione di vino in Emilia Romagna nel 2012 scende del 3%, con uno strano declino dei vini DOC del 10% cui fa da contraltare la stabilità dei vini IGT e comuni. Il trend è strano, ma probabilmente legato alla forte esposizione del prodotto locale al mercato domestico, che si è mosso verso vini meno pregiati. E’ invece allineata all’andamento nazionale la tendenza all’incremento dei vini bianchi a discapito dei vini rossi. I dati Federdoc 2011 invece sono interessanti sotto due aspetti: (1) il forte incremento della produzione dei Lambruschi di qualità e (2) la fusione delle DOC Trebbiano e Sangiovese di Romagna dentro una DOC generale Romagna, almeno secondo i dati che leggo sul rapporto. Se così fosse, decisamente una buona notizia…

emilia romagna 2012 prod 1

 

 

  • Produzione di vino 2012. La produzione di vino nel 2012 è scesa del 3% a 6.3 milioni di ettolitri, con un calo equivalente per vino e mosto. Il calo della produzione, secondo ISTAT si è però concentrato nelle province meno produttive della regione. Infatti, il calo della produzione di Ravenna è stato il 2% a 2 milioni di ettolitri, è stabile a 1 milione di ettolitri a Reggio Emilia e scende del 2% a Modena a 891mila ettoltri. Scende invece del 13% a Piacenza, da 410 a 356mila ettolitri.
  • Produzione per categorie qualitative. Come anticipavamo è molto strano notare come in Emilia secondo ISTAT i vini DOC/DOCG scendono del 10% nel 2012 a 1.45 milioni di ettolitri, mentre IGT e vini comuni sono largo circa stabili. Una tendenza decisamente controcorrente rispetto al resto dell’Italia.
  • Produzione per colore. E’ invece perfettamente allineata la crescita dei vini bianchi, +8% a 2.8 milioni di ettolitri, cui fa da contr’altare il calo dell’11% del vino rosso e rosato a 2.8 milioni di ettolitri. Nel corso degli ultimi 7 anni, la regione ha perso quasi 400mila ettolitri di produzione, dei quali 600 mila sono il calo dei vini rossi, mentre i vini bianchi sono cresciuti di 200mila ettolitri.
  • Superfici vitate 2010 secondo censimento ISTAT. 56mila ettari vitati dei quali 30mila DOC e 25mila IGT e vini comuni. A Ravenna si concentrano 16mila ettari, quasi tutti concentrati nella produzione di vini non DOC, mentre Modena e soprattutto le altre province (soprattutto Piacenza con circa 5mila ettari di superficie DOC su 6000 mila totali) concentrano la produzione dei vini di qualità.
  • Dati Federdoc 2011. Federdoc fornisce la produzione puntuale di vino nel 2011, di cui vi allego tabellone. Federdoc stima una produzione di 1.2 milioni di ettolitri, stabile, un dato piuttosto difforme da ISTAT (1.6 milioni). Da notare nei dati il forte incremento della produzione di Lambrusco (le tre DOC sono a 426mila ettolitri, contro 370mila del 2010 e un range di 350-400mila negli ultimi anni), la fusione delle DOC trebbiano e sangiovese di  Romagna dentro una DOC unica Romagna (una buona idea finalmente!), e i cali della produzione delle DOC piacentine del 10-15%, con Gutturnio a 90mila ettolitri e Colli Piacentini a 109mila.
emilia romagna 2012 prod 2
emilia romagna 2012 prod 3
emilia romagna 2012 prod 4
emilia romagna 2012 prod 5
emilia romagna 2012 prod 6
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>