Australia – esportazioni di vino 2011

3 commenti
Print Friendly, PDF & Email

Fonte: Wine Australia/Australian Government
L’Australia e’ come al solito la prima nazione a riportare I dati finali sulle esportazioni annue. Nel 2001, il calo del valore delle esportazioni e’ continuato, anche se a differenza del 2010 questa volta la colpa e’ dei minori volumi, a sua volta dovuto al calo della produzione (ormai nell’ordine di 10-11 milioni di ettolitri dal record di 14.2 del 2005). Le principali tendenze non sono dissimili da quelle commentate sui dati di settembre e, in particolare:
• Il dato finale 2011 e’ di 1.8 miliardi di dollari australiani in calo dell’8% sul 2010, a fronte di una riduzione dei volumi del 10% e di un miglioramento del prezzo medio di esportazione del 2.5%.
• L’export di vini sfusi continua a crescere, sia in volume (-4% ma dal 47% al 50% dei volumi totali), che in valore (+3% a 345 milioni a rappresentare il 18% del valore totale delle esportazioni australiane.
• La parte imbottigliata invece cala in maniera piu’ marcata. I volumi sono in discesa del 15% a 353 milioni di ettolitri, cioe’ un livello ormai vicino agli sfusi. A questo, come gia’ sottolineato, concorrono anche le diverse politiche di imbottigliamento nei mercati di destinazione invece che in quelli di origine. Il valore dell’export e’ in riduzione dell’11% a 1.52 miliardi di dollari australiani, cioe’ il 75% delle esportazioni totali.
• Altre tendenze: i vini bianchi calano piu’ dei vini rossi (-15% contro -7%) e rappresentano oggi il 35% dell’export contro il 37% del 2010.
• Le esportazioni per nazione (a volume) sono le seguenti: UK (-9%, 2.48 m/hl), USA (-13%, 1.8m/hl), Canada (-10% to 0.5m/hl million litres), Germania (+13% a 0.4m/hl) e Cina (-26% a
0.4m/hl).
• Il prezzo medio di export aumenta per entrambe le categorie: da 4.12 dollari al litro a 4.31 per gli imbottigliati, da 0.94 a 1.01 per gli sfusi, cioe’ +5% e +7% rispettivamente. Il prezzo medio globale aumenta soltanto del 2.5% per lo spostamento dei volumi tra le due categorie, che peraltro sembra attenuarsi rispetto ai mesi scorsi (sta attualmente crescendo di 1 punto percentuale al trimestre).
• Andando piu’ in dettagli sui vini imbottigliati, le esportazioni di vino rosso sono calata in valore dell’8% e ora rappresentano circa 1.1 miliardi di dollari sul totale di 1.5, mentre quelle di vino bianco sono crollate del 22%. Da notare che il calo dell’export di vino imbottigliato riguarda soltanto il “basso di gamma” sotto i 5 dollari al litro (-19%), mentre la parte premium che rappresenta circa 646 milioni di dollari e’ rimasta stabile (+1%).


Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

3 Commenti su “Australia – esportazioni di vino 2011”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>