Gli stili di consumo nel mercato del vino Americano – tipi di vino e vitigni

3 commenti
Print Friendly, PDF & Email

Wine Intelligence ha condotto una serie di indagini sulle preferenze dei consumatori americani, che sono state presentate al Wine Fair di Londra lo scorso maggio. In particolare, oggi ci occupiamo delle tendenze di consumo in USA per fascia di eta’, cercando di scoprire le differenze tra le preferenze dei consumatori giovani (fino a 44 anni) e meno giovani (oltre 44 anni) in termini di tipo di vino e vitigni. In un secondo post, ci occuperemo invece delle occasioni di consumo e della spesa media, fattori che in qualche modo si ricollegano a quanto e’ uscito relativamente alle preferenze per tipo di vino.
I consumatori con meno di 45 anni (che sono il 48% dei consumi americani di vino) sono il futuro del mondo del vino. Le loro preferenze, rispetto agli ultra 45enni sono le seguenti:
• Dal punto di vista del tipo di vino, i giovani “diversificano” il consumo piu’ dei vecchi, amano di piu’ il prodotto vino ma la differenza con gli ultra-44 e’ soprattutto nei vini spumanti e nei vini dolci e da dessert. Cio’ e’ anche indice della differente modalita’ di fruizione del prodotto vino in termini di quando e dove si beve.
• L’unica categoria in “declino” dal punto di vista delle preferenze (tra quelle che a noi interessano da vicino) e’ quella dei vini rosati.
• Passando ai vitigni, l’annotazione “chiave” da fare e’ che mentre nei vini bianchi la leadership dei vitigni importanti si rafforza, nei vini rossi i vitigni storicamente forti in USA non stanno piu’ crescendo nelle preferenze.
• Tra i vitigni bianchi, in calo di popolarita’ il Gewurtztraminer e lo Chenin, mentre continuano a rafforzarsi Chardonnay, Pinot Grigio, Sauvignon e Riesling.
• Tra i i vitigni rossi, stasi per Merlot e Cabernet Sauvignon e calo per Zinfandel. A tutto vantaggio del Pinot Nero, del Malbec e, anche se ancora molto impopolare in termini assoluti, al Sangiovese.
• In una classifica globale, che trovate a inizio post, dove si fa la differenza tra le preferenze dei giovani e degli ultra-45 (notate la finezza di non chiamarli vecchi…), il Pinot Grigio e il Pinot Nero appaiono senza dubbio i due vitigni chiave per il futuro nel mercato americano.

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

3 Commenti su “Gli stili di consumo nel mercato del vino Americano – tipi di vino e vitigni”

  • Stella

    Ciao Bacca,
    Innanzitutto complimenti per il tuo blog. Lo seguo come professionista e appassionata del settore.
    Ti scrivo perchè sono interessata a comprendere meglio i comportamenti di consumo e i trend in atto nel mercato statunitense. Leggendo il tuo articolo però, temo di non aver capito come leggere la tabella all’inizio del post. Dove vedo le differenze per le diverse fasce d’età?
    Inoltre volevo chiederti se anche quest’anno scriverai un articolo sull’indagine elaborata da Wine Market Council.
    Grazie e buona serata!

  • bacca

    Ho appena fatto un pezzo con i numeri 2011, ma ho la sensazione di essere indietro di un anno. Potrebbe darsi che il post precedente abbia perso le immagini causa trasloco del blog, che ha avuto qualche piccolo disguido, a quanto vedo ex-post. Ora ci guardo…

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>