Basilicata – dati Federdoc 2009 e ISTAT 2010 su produzione vino

4 commenti
Print Friendly, PDF & Email

• La produzione di vino nel 2010 e’ calata del 13% a 125mila ettolitri. La tendenza di medio termine (4 anni) e’ di un calo del 15% annuo, contro l’1.5% (calo) della produzione totale italiana e del 3% circa per le regioni meridionali.
• Le superfici vitate sono in calo del 2% circa nel 2010 a 4455 ettari, mentre la riduzione annua calcolata su 4 anni e’ del 3% circa. Di conseguenza, i dati sulle rese per ettaro mostrano un forte calo: da circa 80q/ha nel 2006 a meno di 50 nel 2010.
• Scendendo sui dati delle DOC e Vini da Tavola, le tendenze sono sostanzialmente allineate nel 2010, mentre in un ottica a 4 anni, il calo produttivo medio annuo dei vini di qualita’ e’ dell’8% contro il -10% degli IGT e il -17% dei vini da tavola.
• La produzione di vino bianco e’ invece in calo soltanto del 4% annuo e in forte ripresa nel corso del 2010. La quota di vini bianchi supera quindi il 30% contro livelli storici del 15-20%.
• Passando ai dati sul valore della produzione, il 2010 sembra essere stato un buon anno nonostante il calo quantitativo. Il valore della produzione vinicola ai prezzi di origine e’ di 6 milioni, quello di tutta la produzione vitivinicola di 15 milioni, entrambi in ripresa sul 2009. Sono ancora invece di gran lunga inferiore ai numeri di qualche anno fa.
• Vi allego anche i dati Federdoc, dove non ci sono particolari considerazioni da fare: l’Aglianico del Vulture e’ il prodotto chiave della regione e si mantiene su livelli produttivi bassi se confrontati con altre DOC ma “buoni” quando si confrontanto con i dati della stessa denominazione negli anni passati.

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

4 Commenti su “Basilicata – dati Federdoc 2009 e ISTAT 2010 su produzione vino”

  • Vincenzo Verrastro

    Gentile Marco,
    i dati della Matera DOC sono distanti dalla realtà: so per certo che ci si assesta sui 1000 Hl di vino imbottigliato totali e che la cantina del presidente ne produce almeno 200 Hl da sola.
    Tra l’altro credo che anche gli anni precedenti siano sbagliati, sempre per difetto…
    Dov’è l’inghippo?

    Ciao

  • Marco Baccaglio

    Ciao Vincenzo,

    ho controllato, i dati sono quelli di Federdoc e quindi, “fonte: Federdoc” non ci sono errori nel post. Nel 2009 riportano 153 ettolitro prodotti.

    Se Federdoc ha i dati sbagliati (cosa gia’ evidenziata in passato) e’ un altro paio di maniche.

    Mi dispiace, ma i dati a disposizione sono questi.

    bacca

  • Vincenzo Verrastro

    Caro Marco,non parlavo di errori tuoi o di FEDERDOC ma di dati inesatti in possesso della fonte.
    Il problema è (come al solito) che la Camera di Commercio di competenza non comunica i dati esatti.
    Il dato vero è in possesso solo di AGEA e potrebbe essere ricavato, ma ci vuole un interessamento della Regione secondo me.
    Il guaio è che i fondi PSR e OCM vengono stanziati in funzione delle superfici a DO e IG e dei conseguenti volumi di affari da essi sviluppati, per cui ci sono sempre poche risorse a disposizione per promozione e attività di pubblicità…..

    Ciao
    VV

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>