Indebitamento delle principali aziende vinicole italiane – aggiornamento 2010

2 commenti

Principali considerazioni – dati sul debito delle principali aziende vinicole italiane (fonte Mediobanca):
– Il debito totale delle maggiori aziende vinicole e’ stato all’incirca stabile nel 2010 intorno a 1 miliardo di euro. A cio’ ha pero’ corrisposto un miglioramento dei risultati reddituali, in uscita dalla crisi. Di conseguenza, la considerazione generale che si puo’ fare e’ che i ratios patrimoniali e finanziari sono generalmente migliorati. Il rapporto tra debiti e valore aggiunto e’ sceso a 2.2 volte da 2.5 volte del 2009 e 2.8 volte del 2008.
– Tra le prime 10 aziende italiane per entita’ di debito, 5 hanno avuto debiti in crescita: si tratta di di Mezzacorona, GIV, Caviro, Giordano e Cantine Riunite/CIV. 5 hanno avuto debiti stabili o in calo: Antinori, Frescobaldi, Ruffino, Santa Margherita e Banfi.
– Nel rapporto tra debiti su patrimonio, Gancia resta l’azienda piu’ indebitata in Italia (2 volte). Tale considerazioni e’ valida anche rapportando il debito al valore aggiunto (6.5 volte).
– In termini di rapporto tra debito e valore aggiunto le aziende piu’ solide sono: Botter, Martini, Cevico, Santa Margherita, Frescobaldi e Antinori. Le piu’ indebitate sono: Gancia, Mezzacorona, Ruffino, Giordano e CantineRiunite/CIV.

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Indebitamento delle principali aziende vinicole italiane – aggiornamento 2010”

  • edoardo

    Ciao Marco,
    un paio di domande per capire meglio l’analisi
    per valore aggiunto si intende il risultato operativo o si prendono in considerazione i soli costi diretti?
    Qual’è il beneficio di misurare il debito in rapporto al VA rispetto al fatturato?
    Grazie,

    Edoardo

  • bacca

    Il valore aggiunto e’ la differenza tra il fatturato e il costo di tutto quello che non e’ “aggiunto dall’azienda. Rispetto all’utile operativo e’ piu’ alto perche’ non include il costo del personale e degli ammortamenti.
    Non essendoci altre misure in questo rapporto per confrontare il debito (normalmente si usa il Margine operativo lordo) ho preso queste.
    CHe senso ha? cercare di confrontare il debito con qualcosa che misuri la capacita’ dell’azienda di ripagarlo…

    bacca

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>