Laurent Perrier – risultati 2010

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

Laurent Perrier ha ripreso a crescere ma ha pagato ancora lo scotto del peggioramento del mix di prodotto. Inotre, l’azienda ha una forte presenza in Europa ed e’ relativamente poco esposta ai mercati emergenti, che sono in forte crescita.

Vediamo i principali punti dei risultati 2010:
• Le vendite sono ripartite, con un +15%, guidato da un +22% nei volumi a 12.6m di bottiglie e con un peggioramento del 9% del prezzo mix, piu’ concentrato nel primo semestre.
• Le vendite in Francia fanno +20%, in Europa +15% e nel resto del mondo +3%. Esattamente il contrario di quello che succede a LVMH
• I margini si sono stabilizzati, con una ulteriore calo del margine industriale dal 50% al 46%, piu’ che compensato dal contenimento delle spese generali e di marketing. Ne esce un MOL che risale dal 19 % al 20% delle vendite.
• L’utile netto torna a 15 milioni dagli 11 dello scorso anno, molto lontano dal picco di 35 milioni.
• La generazione di cassa e’ stata buona e ha consentito un miglioramento di tutti i ratio e del livello del debito che scende da 332 a 304 milioni.
• Nel primo trimestre fiscale 2011-12, le vendite sono cresciute dell’11%, questa volta con un miglioramento del prezzo mix.







Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>