Giocare all’attacco – PDF Corriere Vinicolo

1 commento

Il numero 28 del Corriere Vinicolo apre con un mio articolo che riprende l’analisi di M&A international sulle prospettive del settore vino dal punto di vista delle acquisizioni e fusioni. Italia e Francia si confermano due “sistemi” dove ci sono un grande numero di aziende, molte di piu’ che nei “sistemi” del nuovo mondo, nati piu’ tardi con dei fondamentali diversi. Che cosa succedera’?

Potete leggere l’articolo per intero nel PDF qui allegato.

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Giocare all’attacco – PDF Corriere Vinicolo”

  • Rolando

    E’ un bell’articolo, il tuo, come sempre.
    Io sono dell’opinione che, nel vino come in altre cose, si rischia di fare grandi abbuffate sul mercato e poi lamentarsi per l’indigestione. Nel mercato globale di oggi è certo impensabile il piccolo produttore che propone il proprio vino nelle grandi fiere internazionali, ed il ruolo del grosso distributore è fondamentale. Ma probabilmente tenere un poco più bassa la quantità e migliorare la qualità darebbe respiro anche al piccolo vignaiolo, che potrebbe diminuire le proprie rese, avere un ritorno economico basato sul prodotto offerto e non dalle regole dei prezzi fatte dai grandi distributori, ed offrire un prodotto di livello somigliante a quello dei grandi marchi ad un prezzo però più accessibile. Sembra invece che si vada in senso opposto, dove le grandi aziende diminuiscono la qualità dei propri vini per tenere bassi i costi di produzione e mantenere costante il proprio guadagno. Un livellamento verso il basso che a lungo andare sarà sicuramente nocivo.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>