Germania – mercato e consumi di vino – aggiornamento 2009

1 commento


Il mercato del vino tedesco ha nel 2009 mostrato alcune interessanti tendenze. I tedeschi continuano ad aumentare la quota dei loro consumi domestici nel vino ma per la prima volta si comincia a vedere un indebolimento della tendenza dei consumi pro capite a volume. Poca roba, certo: il German Wine Institute stima un consumo di vini fermi di 20.1 litri pro capite rispetto ai 20.7 del 2008, che era stato il massimo storico.



Il mercato del vino inteso come valore totale al dettaglio raggiunge EUR7.21 miliardi di euro (stabile rispetto al 2008), di cui 1.52 miliardi sono fatti dagli spumanti (in crescita rispetto al dato di 1.4 miliardi mostrato per il 2008). Il rimanente EUR5.7 miliardi e’ in leggerissimo calo (EUR5.8 miliardi 2008) e dovrebbe comporsi di circa 1 miliardo di vendite ontrade (Horeca per intenderci), ormai in calo da due anni consecutivi e 4.7 miliardi di vendite al dettaglio. Questo 4.7 miliardi si distribuisce come 1.27 miliardi di vendite dirette delle aziende vinicole (in calo del 10% circa), 1 miliardo di vendite al dettaglio tradizionale (in ripresa), 1.07 miliardi di vendite dei supermercati (stabili) e 1.39 dei discount (in marginale calo).

Vino contro birra. Il dato registrato dai tedeschi e’ quello dei consumi per uso domestico al dettaglio. Il grafico dice che il vino sta “vincendo” contro la birra, cioe’ che tiene la distanza. Degli 11.1 miliardi di euro spesi dai tedeschi per i loro consumi di alcolici a casa, si calcola che circa 3.55 miliardi siano spesi in vino e 3.2 miliardi siano spesi in birra. In entrambi i casi si calcola un leggero incremento, di circa l’1%.


Come cambiano i gusti dei tedeschi? Nel corso degli anni il mercato del vino importato (che ricordiamo rappresenta circa il 57% dei consumi pro-capite) ha visto un sostanziale dominio della componente dei vini rossi che nel 2009 e’ al 63%, il minimo di una forchetta che negli ultimi 10-12 anni e’ oscillata tra il 63% e il 69%. Questo significa che i tedeschi cominciano a importare piu’ vino bianco, che in effetti ha raggiunto il massimo del 29% delle importazioni totali. Non e’ una buona notizia per l’Italia i cui vini bianchi vanno a scontrarsi in modo piuttosto drammatico (a mio giudizio) con il prodotto locale. I vini tedeschi sembrano invece aver percorso la strada contraria. Vini rossi in sostanziale rafforzamento, fino a raggiungere il 43% della produzione locale. Nel 2009 la rotta si e’ apparentemente invertita, con i vini bianchi che salgono dal 45% al 46%, lontanissimi dal 68-69% degli anni 90.


Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Germania – mercato e consumi di vino – aggiornamento 2009”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>