Liguria – produzione di vini DOC e DOCG – aggiornamento 2008

1 commento
Print Friendly, PDF & Email


I dati Federdoc sulle DOC della Liguria sono quest’anno incompleti. Mancano i dati relativi al Rossese di Dolceacqua, che non e’ quindi incluso nel totale. Data la rilevanza di questa DOC nell’ambito regionale (circa l’8% della produzione 2007), i dati relativi alla Liguria sul 2008 non sono confrontabili con il 2007 (come invece si pregia di fare Federdoc). Va detto, in linea di massima che la produzione di vino di qualita’ del 2008 e’ calata come e’ successo in tutte le altre regioni del nord Italia. Il dato “a parita’ di DOC” vedrebbe un calo del 34%.



Di piu’, se applicassimo anche al Rossese 2008 il calo visto per le altre DOC arriveremmo a una produzione totale di circa 22200 ettolitri, che si confronta con la media rilevata da Federdoc di 32mila hl. Si puo’ quindi parlare di annata molto difficile per la regione Liguria. Se dovessimo spaccare questo calo di produzione tra riduzione delle superfici denunciate e calo delle rese, diremmo che le superfici denunciate sono calate del 23%, mentre le rese per ettaro sono scese del 15%. Sono stati infatti denunciati 466 ettari (escluso il Rossese, un dato aggiustato potrebbe essere intorno a 515-520 ettari), con una resa in quintali/uva per ettaro di 64 e di hl/ettaro di 42.

Il panorama delle DOC liguri vede la presenza di 3144 iscritti su 1000 ettari di vigneto (questa volta il dato include gli 83 ettari del Rossese). Di questi hanno dichiarato produzioni DOC soltanto 1503 per 465.5 ettari (qui il Rossese invece non c’e’), e questo e’ un altro indicatore della vendemmia piuttosto povera. La media di 0.31 ettari per iscritto (uguale se prendiamo la superficie per denunziante) e’ di gran lunga la piu’ bassa che si trova in Italia (media nazionale 1.33 ettari per iscritto e 1.42 per denunziante).


Come ultima considerazione non posso non dare un piccolo giudizio circa la piccolissima dimensione delle DOC liguri, che richiederebbero una ristrutturazione stile Valdostano, dove hanno deciso di raccogliere in una sola DOC (Valle d’Aosta) tutti gli 11mila ettolitri prodotti in regione. Nel caso della Liguria, come avete visto oscilliamo tra 20mila e 30mila ettolitri per annata, il che suggerirebbe (favori elettorali a parte) di fare di tutte le DOC un fascio…

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Liguria – produzione di vini DOC e DOCG – aggiornamento 2008”

  • maria enrica bozzo

    Sono d’accordissimo con la proposta, è da tempo che si sente la necessità di una riorganizzazione e di una rivalutazione delle zone vitivinicole liguri e dei loro prodotti.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>