Esportazioni di vino italiano – aggiornamento agosto 2010

1 commento
Print Friendly, PDF & Email


Agosto e’ un mese molto scarico per le esportazioni di vino. Pero’ i numeri appena pubblicati da ISTAT sono particolarmente incoraggianti. Le esportazioni sono cresciute del 18% nel mese a 241 milioni di euro, e sono superiori anche al mese di agosto 2007, che segno’ il record storico per il mese a 236 milioni. E’ una piccola consolazione che pero’ indica come ci stiamo velocemente avvicinando al precedente picco intorno a 3.7 miliardi di euro annui. Tutte e tre le categorie sono andate molto bene, con gli spumanti a +39%, i vini sfusi a +13% e i vini imbottigliati a +16%. Dove andiamo sul fine anno. I dati dei primi 8 mesi indicano un incremento delle esportazioni dell’8.7%, quelle degli ultimi 12 mesi mobili sono a +5.4% (EUR3653 milioni). Siccome una percentuale sale (quella annua) e una e’ stabile, dovremmo arrivare a fine anno con un +8% circa sull’anno scorso, il che implica oltre 3.7 miliardi. Per tagliare corto, il record storico.



I volumi hanno ripreso la crescita e siamo ora a 20.3 milioni di ettolitri su base annua e 1.4m per il mese di agosto. La parte volatile dei volumi restano i vini sfusi, che nel mese sono cresciuti del 25% e che restano poco sotto 6.6 milioni di ettolitri annui. Prosegue anche la ripresa degli spumanti che macinano sui volumi record mese dopo mese. Siamo ora a 1.75 milioni di ettolitri annui a 2.36 euro al litro: al precedente picco di meta’ 2009 eravamo arrivati a 1.5 milioni di ettolitri a 2.90 euro al litro. La qualita’ media del prodotto esportato e’ cambiata, presumibilmente trainata dalle categorie di spumante piu’ a buon mercato (Asti e, per certi versi, Prosecco).

Riusciremo a sostenere il ritmo? La rivalutazione dell’euro potrebbe leggermente minare l’andamento dei prossimi mesi (vi ricordo che il dollaro medio del terzo trimestre 2010 era intorno a 1.29 mentre oggi sta intorno a 1.36-1.37). La sensazione diffusa e’ che ci sia un livello di circa 1.40 che e’ un po’ un confine oltre il quale cominciano i problemi per gli esportatori europei. Di sicuro le esportazioni di vino imbottigliato verso gli USA si stanno riprendendo e stanno accelerando: siamo ora a +5% sui 12 mesi contro il +7% della categoria. Cioe’ ci sono 2 punti percentuali di differenza. A fine 2009 i dati erano molto diversi: l’export USA era sotto del 9% rispetto a un calo del 3.5% della categoria dei vini imbottigliati.

Se gli USA stanno accelerando, la Germania sta decelerando, perlomeno sui vini fermi. Le esportazioni di vino imbottigliato sono a +3% nei 12 mesi ma negli ultimi 6 mesi ben 4 hanno segnato un valore negativo (-4% ad agosto). Lo stesso accade sui vini sfusi, dove il ritmo sui 12 mesi oggi segna un -9% (agosto stabile) rispetto a un livello piu’ o meno stabile di inizio anno. Nel segmento dei vini spumanti invece sta succedendo il contrario e ad agosto 2010 il valore delle esportazioni cresce del 20%, quello degli ultimi 12 mesi del 18%. Un rimbalzo essenzialmente spinto dai volumi.


Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Esportazioni di vino italiano – aggiornamento agosto 2010”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>