Classifica delle DOC/DOCG italiane 2005-07 – dati Federdoc

7 commenti


CLASSIFICA DOC ITALIANE 2007 1

Come promesso vi presento questo post riassuntivo delle DOC Italiane, secondo i dati resi pubblici da Federdco. Ci sono 4 classifiche, che riguardano le principali DOC per produzione, quelle per superficie e, limitandoci alle DOC con produzione superiore a 100mila ettolitri, l’andamento della produzione tra il 2005 e il 2007. Ci sono in Italia 2 grandi DOC che superano gli 800mila ettolitri di vino prodotto: il Montepulciano d’Abruzzo e il Chianti. In realta’, se al Chianti aggiungessimo il Chianti Classico andremmo poco sopra 1m/hl di produzione. Esiste poi una seconda fascia che comprente Asti, Soave, Trentino che stanno tra 500mila e 700mila ettolitri. Poco sotto troviamo Oltrepo’ Pavese, Trebbiano d’Abruzzo, Conegliano Valdobbiadene e Valpolicella, tutti sopra i 400mila ettolitri. Queste sono le 9 grandi DOC Italiane. Rinnovo l’invito a chi volesse il file per farne una elaborazione (e magare pubblicare i dati e le conclusioni su questo blog!), di chiedermi il file excel.


CLASSIFICA DOC ITALIANE 2007 2

E le grandi DOCG Italiane dove sono? Il Barolo e’ al n.40 con 82mila ettolitri prodotti nel 2007, il Brunello di Montalcino sta al 54esimo posto con 58mila ettolitri prodotti. Il Chianti Classico e’ al 14esimo posto con 264mila ettolitri prodotti nel 2007. Il Barbaresco e’ 75esimo con 32mila ettolitri.

CLASSIFICA DOC ITALIANE 2007 3

La classifica relativa alle superfici non introduce significative differenze, anche se spicca la dominanza del Chianti, che nel corso degli ultimi due anni e’ stato soppiantato in termini di produzione dal Montepulciano d’Abruzzo. Le superfici denunciate sono 15mila ettari contro i 12mila del Montepulciano. Di nuovo, se aggiungessimo i 5800 ettari del Chianti Classico, troviamo il Chianti a oltre 21mila ettari di vigneto, di gran lunga davanti a qualsiasi altra superficie. Le DOCG famose in questa classifica guadagnano chiaramente terreno. Il Chianti Classico e la settima denominazione per superficie denunciata, il Barolo passa dal 40esimo al 34esimo posto, il Brunello dal 54esimo al 44esimo, mentre il Barbaresco dal 75esimo al 67esimo.

CLASSIFICA DOC ITALIANE 2007 4

Chi sale e chi scende, dicevamo. La DOC in maggiore crescita e’ chiaramente il Trebbiano d’Abruzzo, che ha raddoppiato la produzione tra il 2005 e il 2007, seguita dal Trebbiano di Romagna, che cresce del 64%. Queste due DOC messe insieme farebbero quasi 600mila ettolitri di vino e sarebbero in grado di entrare tra le prime 5 denominazioni italiane. Come vedete, dopo il Sangiovese di Romagna, ci sono due DOC di vini spumanti, l’Asti e il Franciacorta, tutte in crescita di oltre il 30%. Ma non finisce qui, Conegliano Valdobbiadene e’ cresciuta in due anni del 20%. Come vedete, in questa classifica ordinata per la crescita gli spumanti italiani sono molto in evidenza.
Ci sono anche grandi DOC che mostrano forti cali produttivi. Orvieto perde il 20% tra il 2005 e il 2007, Castelli Romani il 17%. A guardare questa classifica, con in evidenza anche Frascati (-11%) e il Verdicchio dei Castelli di Jesi, verrebbe da dire: vini bianchi del Centro Italia…

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

7 Commenti su “Classifica delle DOC/DOCG italiane 2005-07 – dati Federdoc”

  • bacca

    ll Primitivo di Manduria ha dei numeri strani. Secondo Federdoc la produzione in Hl e’ stata la seguente

    2005 – 37544 hl – 84esimo posto in Italia
    2006 – 57127 hl – 67esimo posto in Italia
    2007 – 12361 hl – 146esimo posto in Italia

    Secondo lei i dati sono corretti? [posto che questi sono quelli pubblicati da Federdoc]

    Marco

  • Daniele

    Salve, vorrei chiedere dove è possibile recuperare i dati sulla produzione di Orvieto, e le relative quote di mercato (mi pare che Bigi abbia un grande vantaggio sulla concorrenza nel segmento Orvieto). Grazie!

  • bacca

    Buongiorno Daniele,
    per quanto riguarda le quote di mercato, la risposta non e’ ovvia, nel senso che soltanto le camere di commercio sono in grado di fornire i dati produttore per produttore. E, per dirla tutta, non sono cosi’ certo che questi dati siano pubblici, per questioni immaginerei legate alla privacy.

    Se pero’ ha un genuino interesse, tantovale provare!

    A presto

    Marco Baccaglio

  • Bruno

    Ciao Marco,

    Potresti inviarmi il file excel con le 4 classifiche sui trend di sviluppo delle DOC e DOCG Italiane?

    Grazie

    Bruno

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>