Germania – mercato e consumi di vino – aggiornamento 2008

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email


Siamo all’ormai consueto appuntamento con i due post dedicati alla Germania. Partiamo con quello relativo al mercato, che conferma le tendenze degli anni passati. I consumi di bevande alcoliche sono leggermente diminuiti nel 2008 (da 141.7 a 141.2 litri). All’interno di questa macrotendenza il vino continua a guadagnare gradatamente terreno a spese della birra, anche se come vedremo nei prossimi diagrammi anche il mercato del vino, storicamente in crescita, ha ceduto il passo nel segmento del consumo fuori casa.




Gli acquisti di vino delle famiglie sono cresciuti del 3% nel 2008 a EUR3.51 miliardi, confermando l’inversione di tendenza partita nel 2005. Nel 2008 gli acquisti di birra sono andati esattamente nella stessa maniera, in crescita di circa il 3%. In termini di consumo, i tedeschi sono passati da 20.6 a 20.7 litri pro- capite, che si suddividono i 8.9 litri di vino tedesco e 11.8 litri di vino importato, in sostanziale stabilita’ rispetto al 2007.

Si conferma anche nel 2008 lo spostamento dei consumi dai vini bianchi verso i vini rossi, che come vedremo sta facendo cambiare in modo piuttosto significativo la base ampelografica del paese. I consumi di vino tedesco stanno muovendo verso i vini rossi, che hanno raggiunto un peso del 43% (erano soltanto il 30% a cavallo del 2000). Crescono anche i vini rosati, al 12% del totale dall’8% a cui erano relegati nel 2000. I vini bianchi sono quindi in forte calo: erano il 64% nel 2000, oggi sono al 45%. Non ci sarebbe da sorprendersi se l’anno prossimo si assistesse al “sorpasso” dei vini rossi rispetto ai vini bianchi in termini di consumo di vino tedesco da parte dei tedeschi.

I vini importati restano invece soprattutto rossi, anche se nel 2000 il calo dei vini bianchi sembra avere avuto una inversione di tendenza che si conferma anche nel 2008. I vini rossi sono il 64% del totale (ma erano il 70% nel 2000), mentre i vini bianchi sono passati dal 23% al 28%. Volendo mettere insieme i due grafici arriveremmo a concludere che i tedeschi apprezzano sempre di piu’ i vini rossi locali e i vini bianchi esteri, il che vista cosi’ non e’ una bella notizia per noi italiani…

Vediamo infine il mercato dal lato canali distributivi. Nel 2008 secondo il German wine institute il mercato del vino totale e’ cresciuto del 2.5% che si scompone tra un +6% per il canale offtrade (acquisti per consumo a casa) e un -3% per i l canale ontrade (consumo fuori casa). All’interno del canale offtrade, il segmento del discount cresce del 10% e chiaramente fa meglio degli altri canali. Oggi il canale discount rappresenta circa il 25% delle vendite di vino fermo in Germania, contro il 18% della grande distribuzione e il 14% del commercio al dettaglio.


Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>