CAVIT – risultati e analisi di bilancio 2008-09

3 commenti


cavit bilancio 2009 1

CAVIT ha appena pubblicato il bilancio annuale al 31 maggio 2009. I numeri mettono in luce in modo molto evidente il crollo del fatturato derivato dalla fine dell’accordo con Gallo per i vini americani. CAVIT ha deciso di non fare piu’ il bilancio consolidato, ma cio’ non inficia il confronto con l’anno scorso, dato che la ragione e’ che “l’inclusione dello stesso è irrilevante ai fini della corretta rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della società”. Procediamo quindi a confrontare i dati individuali di CAVIT 2009 con il consolidato 2008, ritenendolo il modo piu’ sensato di confrontare i due esercizi. Fatta questa importante premessa, passiamo al commento: i numeri sono in calo molto significativo, ma CAVIT se la cava attraverso una riduzione significativa dei prezzi pagati ai soci per le uve (-10%), e ritirando il 5% di volumi in meno e tagliando ulteriormente gli acquisti di uve dall’esterno. Cio’ consente alla cooperativa di rimanere in equilibrio economico (per quanto con numeri in forte calo). Prosegue l’espansione nei mercati europei (+28%), anche se l’azienda commenta che “non sempre viene riconosciuto un premio alla qualità, rispondendo principalmente a logichedi prezzo”: in altre parole, i margini sono minori che in Italia e in USA. Cosa dicono del 2009/10? Nulla, parlano dello scenario macroeconomico senza nessuna menzione all’azienda.


cavit bilancio 2009 2

Passiamo ai numeri. Il fatturato scende da 155m a EUR129m, -17%, con un calo del 4% in Italia e del 22% all’estero. Il tutto e’ principalmene dovuto a Terrazze della Luna, che ha definitivamente cessato l’attivita’ in USA. Se escludiamo questo impatto, il fatturato sarebbe sceso del 7.5%. Le vendite di Spumante crescono del 6% a 10 milioni circa, il che significa che tutto il calo e’ nel segmento vino (-17% a 124 milioni).

cavit bilancio 2009 7

I margini scendono ma non vanno in negativo. Come vi dicevo qui c’e’ da considerare lo status di cooperativa. Negli ultimi due esercizi gli acquisti di vino non dai soci e’ passata dall’11% al 5% del totale. Nel 2007 CAVIT pagava 1.36 al litro, nel 2009 paga 1.16. Oggi la cooperativa compera globalmente 566mila ettolitri, di cui soltanto 27mila all’esterno del perimetro soci. Nel 2009 il volume e’ sceso dell’8% (-5% per i soci) e i prezzi sono scesi dell’8% (-10% per i soci). Cio’ ha consentito di tenere un MOL al 3% del fatturato (dal 4% dello scorso anno e dal picco del 6% del 2006). Il grafico vi mostra pero’ che l’incidenza dei costi delle materie prime e’ scesa di 3 punti, mentre il margine e’ sceso soltanto di 1 punto: questo significa che CAVIT non ha tagliato gli altri costi ma ha fatto “quadrare” il bilancio usando la sua discrezionalita’ sul lato acquisti dai soci.

cavit bilancio 2009 4

CAVIT mostra quindi un MOL di EUR4m (6.4m lo scorso anno), un EBIT di EUR1m (1.6m) e un utile netto di EUR1.1m (2.4m nel 2007/08), supportato da EUR0.8m di proventi straordinari (utile rettificato sarebbe stato circa EUR0.5m. Cash flow e’ stato di EUR4m, mentre gli investimenti sono stati in leggera crescita a EUR7m.

cavit bilancio 2009 5

La struttura finanziaria e’ stabile con 31m di debiti (30m lo scorso anno). Il patrimonio netto di 45m garantisce una buona copertura. Il capitale circolante e’ mantenuto sotto controllo in termini assoluti (da 52 a EUR53m), ma non in termini relativi, dato il calo del fatturato. Da notare soprattutto le maggiori dilazioni ai clienti (forse dovute a un cambio di mix con meno USA e piu’ Italia).


cavit bilancio 2009 6

Infine, un commento su CAVIT nel mondo del vino italiano: la perdita del contratto americano ha di fatto cancellato tutta la crescita addizionale che l’azienda ha avuto nel corso del 2001-2006 e presumibilmente quando escono i dati a marzo del rapporto Mediobanca il suo fatturato “base 100” sara’ molto vicino a quello medio del settore.

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

3 Commenti su “CAVIT – risultati e analisi di bilancio 2008-09”

  • Niccolo' Petrilli

    Non solo: CAVIT continuerà il calo, IMHO, dovuto anche alle pessime(?) scelte verso gli USA, ma anche al conflitto in corso con l’estremo oriente.

  • alberto

    @Niccolò Petrilli: che le vendite nel mercato USA calassero era in buona parte prevedibile, considerate le scelte strategiche effettuate, ma mi incuriosisce il riferimento all’estremo oriente. A quale conflitto si riferisce? E a quale estremo oriente, considerata la numerosità dei mercati coinvolti?

  • Niccolo' Petrilli

    Mi riferisco a “voci di corridoio”, anche abbastanza autorevoli, da me contattate per motivi relativi al mercato cinese.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>