Vendite al dettaglio di vino – Italia 2008 – fonte: ISMEA-Nielsen

nessun commento

Fonte: ISMEA
ISMEA ha pubblicato la sua nuova stima sull’andamento del mercato italiano del vino. Secondo lo studio condotto con AC Nielsen, il mercato e’ cresciuto del 3.7% a valore nel 2008, un po’ meglio del 3.3% stimato a Novembre. Il merito va agli spumanti che dovrebbero aver chiuso il 2008 con un calo limitato al 3.6%, rispetto alla stima di un -6% formulata in precedenza. Invece, per quanto riguarda il vino fermo, oggi ISMEA stima un +4%, rispetto a un +4.5%, essenzialmente a causa di un ultimo trimestre particolarmente debole fatto segnare dai vini da tavola e IGT. Tutto sommato, se i numeri saranno confermati, non c’e’ da lamentarsi. Soprattutto perche’ il 2008 sarebbe andato molto meglio del 2007 (+0.2%): merito di un forte incremento del prezzo (+5.8%), mentre sembra confermata la tendenza al calo dei volumi pari a circa il 2%.


ismea-mercato-2008-1.jpg

ISMEA published the new forecast for the Italian wine market in 2008. It now forecast a +3.7% for the wine market, vs previous 3.3%, thanks to a better performance of sparkling wines, which are now seen at -3.6% vs. the -6% estimated before. On the other hand, for still wines, ISMEA expects a +4% vs. previous +4.5%, mainly due to a sharp deceleration of table wines. All in all, if figures are confirmed, it’s not bad at all, considering the weak performance of 2007 (+0.2%): however, the good trend was mainly due to price mix (+5.8%), as volumes continue to slide by about 2% annually.

ismea-mercato-2008-2.jpg

Che cosa implicano questi numeri? Significa che nel quarto trimestre ISMEA dovrebbe avere stimato una crescita del mercato del 3.7% circa (siccome i 9 mesi e il fine anno segnano lo stesso valore). Nel caso delle vendite di vino spumante, invece il fatto che la stima si sia mossa da un -12.2% a un -3.6% e considerando che circa il 60% degli acquisti di spumante sono concentrati nell’ultimo trimestre dell’anno… dovrebbe voler dire un +1.9%.
What are these figures implying for Q4? For the overall market, they embed a 3.7% increase (the same of the first 9 months), while for sparkling wines the forecast is a +1.9%, given by a shift from -12.2% to -3.6% weighted for the fact that 60% of purchases are concentrated in Q4.


ismea-mercato-2008-3.jpg

Dicevamo che i volumi sono in calo del 2%. Questo -2% e’ pero’ una media del pollo. Infatti, si tratta di un -1.2% per il mercato del vino fermo (in deterioramento rispetto ai 9 mesi) e di un -3% per il mercato degli spumanti (in forte miglioramento rispetto al -12% dei 9 mesi e molto meglio di quanto stimato qualche mese fa, cioe’ -8.8%). All’interno della categoria dei vini fermi, i vini DOC-DOCG si mantengono in territorio positivo, con un +1.8% sui volumi, ma al di sotto sia del dato dei 9 mesi (+3.2%) sia su quello stimato a Novembre (+3%). Cio’ significa che nel quarto trimestre dell’anno (circa il 37% delle vendite) i volumi di vendita dei vini DOC-DOCG sono calati dello 0.5-1% circa. Molto peggio e’ invece andata per gli IGT e i vini da Tavola, che second ISMEA anno subito un crollo di volumi del 6% circa, quanto stavano a -2.5% a fine Settembre ed erano stimati a -3.7% sul fine anno… sempre con le proporzioni al 37% sul quarto trimestre, cio’ significherebbe un tracollo del 12-13% sull’ultimo trimestre dell’anno.
Volumes were down 2%, broken down as -1.2% for the still wines (deteriorating from the 9 months) and -3% for sparkling wine markets (much better than the expected -9% and the -12% level for the 9 months). Within the category of still wines, quality wines were still positive with +1.8% for the year, but below the 9 months level (+3.2%) and the forecast of +3%. This means a slide of 0.5-1% for Q4, when about 37% of purchases are concentrated. Things were much worse for table wines, which were down 6% in volumes in 2008: since they come from a -2.5% for the 9 months (and a forecast of -3.7% for the whole year), it means a fall of 12-13% in Q4.

ismea-mercato-2008-4.jpg

Cio’ che sembra aver salvato il mercato sono i prezzi, come abbiamo gia’ visto nel post sugli indicatori. Se guardate i grafici vi accorgete che in ogni categoria il dato sul fine anno e’ previsto in miglioramento su quello di fine settembre: cosi’ per i vini DOC-DOCG il prezzo/mix va al 4.8% rispetto al 4.7% dei 9 mesi, quello sui vini IGT/VdT passa dal 5.2% al 6.3%. Entrambi sono di un buon 1-1.5% sopra quanto atteso da ISMEA-Nielsen nel documento congiunturale aggiornato a fine Settembre. The real positive item was price-mix, in line with what we just commented about ISMEA indicators for the wine industry: price mix was accelerating for all categories of still wines, with DOC/DOCG moving from 4.7% to 4.8% from 9 months to full year and table wines from 5.2% to 6.3%. Both trends were a good 100-150bps above what estimated by ISMEA/ACNielsen.


ismea-mercato-2008-5.jpg

Discorso diverso per gli spumanti, che invece si sono mossi esattamente al contrario (sia rispetto ai vini fermi che rispetto alle attese): volumi sorprendentemente alti e prezzi medi in deterioramento. Come dicevo all’inizio, sono numeri che mostrano un andamento del prodotto vino per certi versi sorprendentemente buono. Sparkling wines followed an opposite trend: volumes were surprisingly strong in Q4 and price-mix deteriorated a lot. All in all, as we commented at the beginning if these figures are correct, wine proved to be a rather resilient item in the Italian market in the last months of 2008.

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>