I consumi di vino di qualita' in Europa – dati EU 2000-2008

5 commenti

Mettendo mano ai dati dell’unione europea sul bilancio del vino, ho isolato la serie storica dei consumi di vino di qualita’ e di vino da tavola e ho provato a confrontarli per capire se il mercato va veramente verso i vini di qualita’. Nota metodologica: ho preso solo il consumo di VQPRD e di vini da tavola e li ho sommati, senza considerare la fatidica voce “altro”. Cosa se ne ricava? La prima considerazione e’ che non sempre questi dati sono coerenti tra di loro, cioe’ mostrano una volatilita’ nei dati annuali che probabilmente non e’ vera. E’ quindi meglio guardare ai dati medi (cosa che faremo nei confronti per nazione) o alle tendenze di medio termine (nel guardare come si muovono i consumi). Bando alle ciance, che cosa dicono questi grafici: (1) che la tendenza verso il consumo dei vini di qualita’ ha avuto un picco nel 2005-06 per poi diminuire leggermente, anche quando si analizzano i dati senza le nuove nazioni; (2) che gli italiani sono quelli che bevono piu’ vini da tavola in Europa, mentre nel consumo totale di VQPRD siamo terzi dopo francesi e tedeschi; (3) che la penetrazione media storica del vino di qualita’ in Italia e’ ben al di sotto della media europea (29% contro 48-49%). Dietro di noi ci sono solamente i rumeni, la Repubblica Ceca e la Grecia (tra le nazioni con un certo consumo).


pesovqprd-2007-1.jpg

We handle again the data of the European Union wine budget to isolated the series of the consumption of quality wine (VQPRD) and table wine. I tried to compare them to see if the market is really moving towards quality wines. A methodological note: I only took VQPRD and table wines, skipping the volatile component “other”. The first consideration is that the data is not always consistent with each other, as you can see from the volatility in the annual figures of Italy. As a result we tend to look at average figures (when we compare countries) and the medium-term trends (to assess the movement over time). Key conclusions: (1) the trend towards the consumption of quality quality had a peak in 2005-06 before declining slightly, even when the data are analyzed without the new nations, (2) the Italians are the ones who drink more table wine than anybody else in Europe, while in VQPRD consumption we are third after French and German (3) the average penetration of the quality wines in Italy is well below the European average (29% versus 48-49%). Behind us there are only the Romanians, the Czech Republic and Greece (among nations with a decent level of consumption).

pesovqprd-2007-2.jpg

Parliamo quindi dei numeri. In Europa nel 2007-08 si stima un peso dei consumi di VPQRD del 48% sul totale, che sarebbe stata del 50% a “vecchio perimetro’ cioe’ senza i paesi entrati nell’unione. Come vedete dal grafico, si e’ scesi da un picco del 51% nel 2005-06, sia con il nuovo perimetro che con quello vecchio. Il progresso e’ peraltro evidente, dato il punto di partenza del 45% nel 1999-00.
In Europe in 2007-08 the estimated weight of VPQRD wines is 48% of the total, or about 50% using the old EU (with no contribution of the new countries). As you can see from the chart, the weight of quality wine consumption is moving down from a peak of 51% in 2005-06, both with the new perimeter and with the old one. The progress is clear, however, when you consider the starting point of 45% in 1999-00.


pesovqprd-2007-3.jpg

Andando nel dettaglio delle principali nazioni, la tendenza e’ positiva in Italia (dal 25% al 31% circa), in Francia (dal 50% al 54%) e in Spagna (dal 48% al 56%). Invece, nel Regno Unito (dal 60% al 50%) e in Germania (dal 66% al 63%) la tendenza e’ negativa.
Going into detail of the major nations, the trend is positive in Italy (from 25% to 31%), France (from 50% to 54%) and Spain (from 48% to 56%). Instead, the United Kingdom (60% to 50%) and Germany (from 66% to 63%) seem to have a negative trend.

pesovqprd-2007-4.jpg

Passando ai consumi totali di VQPRD e vino da tavola (rispettivamente circa 61 milioni e 66 milioni di ettolitri nel 2007-08, 57 milioni e 61 milioni in media), potete notare come l’Italia e’ leader nel vino da tavola (19 milioni di ettolitri medi nel periodo) davanti alla Francia (15) e alla Spagna (7). Nell’ambito dei vini di qualita’, invece, la Francia e’ prima con 16 milioni di ettolitri, contro i 12 della Germania e gli 8 dell’Italia. E’ facile calcolare che l’80% dei vini di qualita’ e dei vini da tavola si beve nei 5 grandi paesi dell’unione.
The total consumption of VQPRD and table wine was approximately 61 million and 66 million hectoliters in 2007-08 respectively (57 million and 61 million on average figures). As you can see Italy is the leader in table wine (19 million hl average in the period) before France (15) and Spain (7). Moving to quality wines France ranks #1 with 16 million hectoliters, vs. 12 of Germany and 8 in Italy. It is easy to calculate that 80% of the wine consumption (both quality wines and table wines) in the 5 major countries of the union.


pesovqprd-2007-5.jpg

Ma chi beve meglio? Secondo questa statistica, l’Austria batte tutti con l’89% di vino di qualita’, poi il Belgio e la Danimarca. Tra i grandi paesi la Germania al 66% (100% della produzione in Germania e’ VQPRD), la Francia, il Regno Unito e la Spagna al 50-55% sono sopra la media europea e ben al di sopra del livello dell’Italia. Come mai? Probabilmente un problema di cultura ma anche di struttura produttiva: come sapete bene, gli italiani bevono quasi soltanto vino italiano, quindi lo scarso peso dei consumi VQPRD e’ lo specchio di una struttura produttiva ancora orientata alla produzione di vini da tavola…
Who drinks better in Europe? According to the statistics, Austria ranks #1 with 89% of quality wine consumption, then Belgium and Denmark. Among the large countries Germany is at 66% (all quality production in the country), France, Britain and Spain are at 50-55% above the European average and well above the level of Italy (hovering around 30%). Why? Probably it is a problem of culture but also of structure of production: as you know, Italians drink almost only Italian wine, and the low weight and quality wine consumption is the mirror of a production still skewed towards table wine…

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

5 Commenti su “I consumi di vino di qualita' in Europa – dati EU 2000-2008”

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>