CAVIT – risultati e analisi di bilancio al 31 maggio 2008

2 commenti

File Google Spreadsheet bilancio CAVIT
CAVIT ha chiuso il bilancio a maggio 2008 con un sostanziale calo del fatturato (-15%), essenzialmente dovuto alla conclusione dell’accordo di fornitura di prodotti a E&J Gallo che andavano poi commercializzati in USA dal produttore americano. Cio’ ha determinato un calo dei volumi di vendita del 17.5%. Nonostante questo, CAVIT ha chiuso il bilancio con un piccolo utile, grazie al minor volume di prodotti acquistato dai soci ma anche sul mercato esterno. Il termine dell’accordo ha poi determinato un forte calo dei debiti verso fornitori e degli acconti. Siccome CAVIT ha continuato a investire (EUR6m) il debito e’ salito da EUR13m a EUR30m. Ma questo non rappresenta un grave problema: CAVIT puo’ contare sempre sui soci e questo bilancio dimostra che con un piccolo sforzo (CAVIT ha pagato il vino acquistato il 5% in meno dello scorso anno e lo ha venduto a un prezzo medio del 3% piu’ alto) l’equilibrio economico viene mantenuto. Di certo, con un debito/MOL di circa 4.7x nel 2008, se non si trattasse di una cooperativa nel suo anno probabilmente peggiore staremmo sicuramente discutendo della necessita’ di un aumento di capitale. E per il 2008-09? Nessun commento nell’evoluzione prevedibile della gestione.


cavitrisultati2008-1.jpg

Cavit uploaded on its site the company report for the year ending in May 2008, which shows a substantial decline in turnover (-15%), mainly due to the termination of the supply of products to E&J Gallo that were originally marketed in the U.S. by American producer. This led to a decline in sales volumes of 17.5%. Despite this, Cavit has closed 2008 with a small profit, thanks to lower volume of products purchased from its members but also from the external market. The termination of the agreement has led to a sharp decline in debts to suppliers and advances. Since Cavit has continued to invest (EUR6m) debt increased from EUR13m to EUR30m. But this is not a serious problem: Cavit can count on its members/suppliers/shareholders and this report shows that with a little effort (CAVIT paid the wine purchased 5% less than last year and has sold at an average price of 3% higher) the economic balance is maintained. Certainly, with a debt to EBITDA of about 4.7x in 2008, if it was not a cooperative in its worst years we would probably be here discussing about the need of a capital increase. And for 2008-09? No comment.

cavitrisultati2008-2.jpg

Il fatturato scende a del 15%, con una combinazione di prezzi medi +3% e volumi -17.5% a 615k/hl. Il crollo e’ tutto concentrato all’estero, dove CAVIT cala del 22% a EUR112m, mentre sul mercato italiano, storicamente poco importante, CAVIT guadagna importanti quote di mercato e si porta a EUR43m (+13%). Vanno sempre bene gli spumanti, che sono una categoria di nicchia per CAVIT, con un +8% a EUR9m. Questi numeri nascondono in realta’ una buona performance fuori dall’Italia “ex E&J Gallo”, con un +17% in fatturato e +25% in volume per la sola cooperativa: +11% in Germania, +28% in UK, +25% in Canada e +33% in Europa Occidentale che compensano la debolezza del mercato americano.
The turnover dropped by 15%, with a combination of better average prices (+3%) and lower volumes, -17.5% to 615k/hl. The collapse is all concentrated abroad, where Cavit dropped by 22% to EUR112m, while in the Italian market, historically unimportant, Cavit gained market reaching EUR43m (+13%). Sparkling wines, which are a niche category for cavitation, grew by 8% to EUR9m. These numbers are hiding a good performance when restating for “E&J Gallo impact”, with a turnover up 17% and volumes up 25% for the cooperative section: +11% in Germany, +28% in UK, + 25% in Canada and +33% in Western Europe which offset the weakness of the U.S. market.


cavitrisultati2008-25.jpg

Come dicevamo, i margini si sono abbassati ma non azzerati. CAVIT dichiara acquisti di vino per EUR77m a EUR1.25 al litro, il 5% in meno rispetto al 2007. Cio’ unito a un aumento del prezzo medio di vendita ha consentito di mantenere un MOL a EUR6.4m (4.2% delle vendite) rispetto a EUR8.6m del 2007 (4.7%). L’anno chiude con un utile netto di EUR2.4m in calo del 50% rispetto a EUR4.8m. Con un crollo del fatturato simile, un operatore integrato avrebbe sicuramente fatto molto peggio.
As we said, the margins were lower but not down as much as one could expect. Cavit purchased wine for EUR77m at EUR1.25 per liter, 5% less (price) compared to 2007. This, combined with an increase in the average selling price, preserved EBITDA at EUR6.4m (4.2% of sales) compared to EUR8.6m in 2007 (4.7%). The year closed with a net profit of EUR2.4m declining by 50% compared to EUR4.8m. With such a collapse of sales, an integrated operator would have certainly done a lot worse.

cavitrisultati2008-3.jpg

La gestione del capitale circolante e’ rimasta sotto controllo, considerando il forte calo dei debiti verso fornitori, probabilmente legato a un discorso di riduzione di prezzi di acquisto (“ti pago prima ma mi fai un prezzo migliore”). I giorni magazzino stanno salendo leggermente, i crediti verso clienti seguono l’andamento del fatturato. Il capitale circolante al 34% delle vendite torna sui livelli storici del 35-40% del fatturato dopo un 2007 al 26%.
Working capital remained under control, given the sharp decline in debts to suppliers, probably linked to the reduction of the purchase price ( “I pay you earlier but I get a better price”). The days are raising a bit for inventories, while receivables follow the trend of turnover. The working capital was 34% of sales back on historic levels of 35-40% of sales after 2007 to 26%.

cavitrisultati2008-4.jpg

Il debito sale da EUR13m a EUR30m, sono EUR17m in piu’ che si spiegano (piu’ o meno) cosi: generazione di cassa a EUR7m con investimenti che la compensano quasi per intero a EUR6m, un assorbimento di EUR5m del capitale circolante e il calo degli acconti da fornitori (EUR4m, E&J Gallo potrebbe aver impattato qui), oltre a un calo dei debiti verso soci da EUR24m a EUR20m). Il capitale investito risale cosi’ a EUR74m da EUR54m. Il debito e’ a 4.7x il MOL (un po’ alto, ma trattasi di cooperativa).
Debt grew from EUR13m to EUR30m, EUR17m higher explained (more or less) by these items: cash generation EUR7m, investments EUR6m, EUR5m absorption of working capital, falling of advances by suppliers (EUR4m, E & J Gallo may have impacted here), fall in shareholders loan from EUR24m to EUR20m. The capital employed was EUR74m vs. EUR54m of 2007. The debt/EBITDA moved to 4.7x (high, but CAVIT is a cooperative).


cavitrisultati2008-5.jpg

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “CAVIT – risultati e analisi di bilancio al 31 maggio 2008”

  • Marco Baccaglio

    Ciao Stefano,
    un piccolo dubbio me lo hai fatto venire, ma il grafico e’ giusto. E’ piuttosto raro e direi quasi introvabile tra le societa’ “a scopo di lucro”, per via delle tasse. Tra l’utile operativo e l’utile netto ci sono i proventi-oneri finanziari, i proventi-oneri straordinari (nel bilancio italiano, in quello IAS non ci sono piu’), le tasse e gli utili “non del gruppo” (cioe’ interessi di minoranza e, nel bilancio IAS, gli utili delle unita’ destinate ad essere cedute o chiuse).
    Dunque, il grafico di CAVIT e’ giusto, perche’ CAVIT ha un utile operativo molto basso, non ha oneri finanziari, ha qualche provento straordinario e non paga tasse (essendo una cooperativa).
    In un’azienda non cooperativa potresti trovarti davanti a un caso del genere solo se trovi un’azienda con un utile operativo basso e una forte posizione dei cassa che generi alti proventi finanziari. Oppure un’azienda che ha messo a segno un forte provento straordinario.
    In teoria possibile, in realta’ molto raro, come dici bene tu.

    ciao

    bacca

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>