Cantina di Castelnuovo del Garda – risultati e analisi di bilancio 2008

1 commento

Analizziamo oggi il bilancio della Cantina di Castelnuovo del Garda (chiusura bilancio 31/7/08), che opera in Veneto nelle denominazioni Lugana, Bardolino, Bianco di Custoza e Garda. Perche’ e’ interessante? (1) e’ una cantina cooperativa in forte crescita (+40% fatturato 2008); (2) e’ una cooperativa che processa prevalentemente uve, quindi con un piano di investimenti di tutto rispetto; (3) opera principalmente su vini VQPRD (94% del totale), per quanto ancora oltre la meta’ del prodotto viene venduto come vino sfuso. I risultati della cantina sono stati molto buoni: i soci hanno conferito il 7% in piu’ a un prezzo superiore del 6% circa. La cantina sembra anche avere forti spazi di miglioramento: da un lato, il fatturato e’ concentrato in Italia, dall’altro la vendita di vino sfuso e’ sempre preponderante nonostante l’eccellente posizionamento del prodotto.


castelnuovodel-garda-2008-1.jpg

Today we discuss the results of Cantina di Castelnuovo del Garda (FY to 31/7/08), which operates under the denominations of Lugana, Bardolino, Bianco di Custoza and Garda in Veneto region. Why is it interesting? Because: (1) it is a cooperative with strong growth (+40% in 2008) (2) it is a cooperative processing mainly grapes, with a significant capital invested, (3) it operates primarily on quality wines (94% of total), although more than half of the product is sold as bulk wine. The results were very good: shareholders/suppliers have delivered 7% more products receiving 6% higher price. The winery also seems to have strong areas for improvement: on the one hand, turnover is concentrated in Italy, on the other hand, the high sales of bulk wines might be lowered given the excellent positioning of the product.

castelnuovodel-garda-2008-2.jpg

Il fatturato e’ cresciuto da EUR10m a quasi EUR14m a luglio 2008, con una crescita del 40%, di cui il 28% spiegata dai volumi (da 144 a 184k/hl) e il 12% rappresentata da maggiori prezzi (da 68 a 75EUR/hl). La parte di vino imbottigliato ha fatto segnare una crescita del 25% (bottiglie vendute +19% a 3.2m), mentre la parte di vino sfuso e’ cresciuta del 53% (+31% volumi, +22% prezzo/mix). In termini di prezzi di vendita, la cantina ha mediamente venduto il vino sfuso a 0.52EUR/litro e il vino imbottigliato a 1.75EUR/litro, con una differenze piuttosto significativa.
The turnover grew from almost EUR10m to EUR14m to July 2008, an increase of 40%, of which 28% from volumes (144k to 184k/hl) and 12% represented by higher prices (68 to 75EUR/hl). The bottled wines reported a growth of 25% (bottles sold +19% to 3.2m), while the bulk wines increased by 53% (31% volumes, 22% price/mix). In terms of selling prices, on average, the winery has sold the bulk wine at 0.52EUR/l and bottled wine at 1.75EUR/l, with a rather significant differences.


castelnuovodel-garda-2008-25.jpg

La Cantina di Castelnuovo opera principalmente in Italia, con la parte estera che copre soltanto il 7% del fatturato. Dal punto di vista dei prodotti, il 55% delle uve conferite sono bianche e circa il 71% e’ destinato alla produzione di vini DOC, mentre un altro 23% cade nella denominazione IGT. Resta quindi soltanto il 6% della produzione nel segmento di minor valore dei vini da tavola. The cooperative operates mainly in Italy, with the foreign sales covering only 7% of turnover. In terms of products, 55% of the grapes conferred are white and about 71% are for the production of DOC wines, while another 23% is in the designation IGT. Therefore only 6% of production is in the segment of table wines.

castelnuovodel-garda-2008-3.jpg

Come per tutte le cooperative l’analisi dei margini e’ irrilevante, per quanto la cantina nel 2008 ha realizzato un margine del 5% a livello di MOL. Questo margine, rappresenta sostanzialmente il livello minimo indispensabile per coprire ammortamenti e oneri finanziari e lasciare il bilancio in pareggio. Ribaltando la frittata potremmo dire che e’ il margine minimo indispensabile per un produttore senza vigneti ma con tutto l’apparato produttivo e senza debiti eccessivi per mantenersi in equilibrio. Di fatto la parte piu’ interessante per la cantina e’ il prezzo a cui sono state liquidate le uve, che e’ passato da EUR0.35 a EUR0.37, a cui si aggiunge un incremento delle uve conferite del 7%: in tutto fa un +13% per i soci conferitori.
As for all cooperatives, the analysis of margins is irrelevant. The winery in 2008 had an EBITDA margin of 5%. This margin is the minimum level necessary to cover depreciation and financial charges and leave the budget in balance. In other words, we might say that this is the minimum margin needed for a producer without vineyards but with the whole production process and without excessive debt in order to remain in balance. Indeed the more interesting angle for the winery is the price at which it paid the grapes, that increased from EUR0.35 to EUR0.37, plus an increase of grapes conferred by 7%: it makes a 13% increase fo shareholders/suppliers.


castelnuovodel-garda-2008-4.jpg

La cantina ha investito pesantemente nell’esercizio nella struttura produttiva che a bilancio era ormai stata deprezzata per circa due terzi. Gli investimenti sono stati di poco superiori a EUR1.5m e insieme all’aumento del capitale circolante di circa EUR1m (interamente dovuto ai maggiori volumi di vendita, dato che resta stabile in proporzione al fatturato a circa il 22-23%) hanno determinato la crescita del debito netto da EUR1.4m a EUR3.7m. Tutti gli indicatori restano abbastanza nella norma, con un debito su patrimonio netto di 0.90x e un debito su MOL (molto meno significativo data la “manovrabilita’” del MOL attraverso diversi valori di liquidazione dei soci) di 5.6x.
The winery has invested heavily in the production structure. The investments were slightly higher than EUR1.5m and combined with an increase of working capital of about EUR1m (entirely due to higher volumes, as it was stable in proportion to turnover to around 22-23%) led to the growth in net debt from EUR1.4m to EUR3.7m. All the indicators are quite normal, with a debt to equity of 0.90x and a debt/EBITDA (much less significant given the chance to “handle” EBITDA through different price for grapes) of 5.6x.

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

1 Commento su “Cantina di Castelnuovo del Garda – risultati e analisi di bilancio 2008”

  • Stefania Doria

    Buongiorno Marco,
    Mi ha fatto molto piacere trovare la cantina di Castelnuovo del Garda nelle tue recensioni!! Anche perchè sono proprio di quella zona, l’ho letto con molto interesse, grazie, buon lavoro, Stefy :-) )

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>