Calabria – aggiornamento produzione e superfici vitate 2007

nessun commento

Fonte: ISTAT
In attesa di avere disponibili i primi dati puntuali della vendemmia 2008 a livello regionale, continuiamo il nostro viaggio con I dati relative alla Calabria, che ricopre a livello italiano un ruolo relativamente marginale nella produzione di vino, rappresentando circa l’1% della produzione nazionale con un livello produttivo nell’intorno dei 0.5m/hl annui negli ultimi anni. Invece, dal punto di vista qualitativo l’analisi e’ particolarmente interessante: la Calabria e’ una delle regioni con le rese per ettaro piu’ basse, ha una forte focalizzazione sui vini rossi e, infine, nel corso degli ultimi due anni e’ possibile apprezzare un significativo miglioramento della penetrazione dei vini DOC e DOCG.


calabria-superfici-1.jpg

Waiting to get the first data of the 2008 vintage at the regional level, we continue our review with data of Calabria, which has a relatively marginal role in the production of wine, representing about 1% of national production with around 0.5m/hl average in recent years. However, the qualitative analysis is interesting: Calabria is one of the regions with the lowest yield per hectare, has a strong focus on red wine and, finally, over the last two years has significantly improved the penetration of DOC and DOCG wines.

calabria-superfici-21.jpg

• La produzione di vino nel 2007 e’ stata di poco superiore a 0.4m/hl, un livello del 30% inferiore alle medie storiche, cosi’ come abbiamo gia’ commentato per altre regioni del meridione. La variazione rispetto al 2006 e’ stata negativa del 16%. Il maggiore calo produttivo si e’ verificato nella provincia piu’ importante, Cosenza, che ha visto una riduzione del 38% rispetto alla media storica, mentre sia Crotone (-12%) che Reggio Calabria (-24%) hanno fatto leggermente meglio della media regionale.
Wine production in 2007 was only slightly higher 0.4m/hl, a level of 30% lower than historical averages, similarly to what we commented for other parts of the south. The change compared to 2006 is negative by 16%. The most evident declines happened in Cosenza (-38% compared to the historical average), while both Crotone (-12%) and Reggio Calabria (-24%) did slightly better than the regional average.


calabria-superfici-3.jpg

• Le superfici si sono evolute in linea con la media italiana. Si assiste a un leggero recupero della superficie (+150ha) rispetto allo scorso anno. Anche visivamente, la superficie piantata e’ abbastanza allineata. Nel dettaglio per provincia, va un po’ meglio Cosenza (stabile) e un po’ peggio Crotone (in calo dell’1% annuo dal 2000 al 2007). The areas evolved in line with the Italian average. There is a slight recovery in 2007 (150 ha). Even visually, the area planted is in line. Cosenza is stable, Crotone is down 1% annually from 2000 to 2007.

calabria-superfici-4.jpg

• Le rese per ettaro ci introducono al discorso della qualita’. La differenza con la media italiana e’ molto ben visibile e, se possibile, il divario tende ad ampliarsi. Nel 2007 la resa e’ scesa a 58q/ha, 33q/ha al di sotto della media italiana. Un livello particolarmente basso, anche in coincidenza della vendemmia molto povera (Cosenza 50q/ha, Crotone 60q/ha).The yields per hectare lead us to discuss about quality. The difference with the Italian average is very significant and, if possible, the gap tends to widen. In 2007, the yield dropped to 58q/ha, 33q/ha below the Italian average. This is particularly low, even considering the very poor harvest (50q/ha Cosenza, Crotone 60q/ha).


calabria-superfici-5.jpg

• Passando a vedere come si compone la produzione, possiamo subito notare che la Calabria e’ una regione dove l’incidenza della DOC/DOCG e’ ancora piuttosto bassa rispetto alla media nazionale, e un pochino meglio del Mezzogiorno. Notiamo anche che la Calabria ha un utilizzo delle IGT molto limitato, pari soltanto al 7% della produzione, contro la media italiana del 29%.
Turning to production breakdown, we can immediately notice that Calabria is a region where the incidence of quality wines is still rather low compared to the national average and slightly better than the south. We note also that the Calabria is not using IGT a lot, amounting to only 7% of production, against the Italian average of 29%.

calabria-superfici-6.jpg

• La tendenza e’ pero’ in forte miglioramento: tra il 2006 e il 2007, anche grazie al calo produttivo, l’incidenza delle DOC/DOCG e’ salita al 21% dall’11%, mentre le IGT sono passate dal 3% all’11%. Di conseguenza l’incidenza dei vini da tavola e’ ora al 72%, dall’86% del 2006. The trend is however strongly improving between 2006 and 2007, also thanks to declining production, the weight of quality wines climbed to 21% from 11%, while IGT increased from 3% to 11%. Consequently the incidence of table wines is in 2007 only 72% from 86% in 2006.

calabria-superfici-7.jpg

• Infine, la produzione per tipo, dove potete vedere la forte specializzazione nella produzione di vini rossi, che coprono quasi il 90% della produzione. Finally, the production by type, where you can see the strong specialization in the production of red wines, which cover almost 90% of production.

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>