Sartori – risultati e analisi di bilancio 2007

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

[English translation at the end of the document]
Sartori ci ha prontamente inviato il bilancio 2007, che mostra una ripresa del fatturato, compensata a livello operativo da una leggera riduzione dei margini sostanzialmente da attribuire al rinnovato sforzo commerciale per promuovere i prodotti, soprattutto nei mercati esteri, che ricordiamo rappresentano l’80% del fatturato dell’azienda. Si denota poi un leggero incremento del debito, essenzialmente legato al maggior magazzino (a sua volta da attribuire al graduale spostamento verso vini di maggior pregio, che quindi richiedono tempi di maturazione più lunghi), che non è stato compensato da un miglioramento dei tempi di pagamento. Dal punto di vista delle prospettive, Sartori anticipa un andamento difficile per il 2008, caratterizzato da un fatturato stabile ma da margini in ulteriore compressione stante la difficoltà di ribaltare sui prezzi di vendita gli aumenti dei costi di acquisto delle materie prime (argomento questo, che credo caratterizzerà molti dei nostri post sui bilanci 2008…).


sartori07-1.jpg

Andamento del fatturato. (1) crescita del 4.7% con Italia +2% dopo il +0.6% del 2006 ed estero +5.4% dopo il +0.5% del 2006. Andamento dei costi: (1) costo delle materie prime ed acquisti sostanzialmente stabile al 62.4% del fatturato (ma meglio del rispetto al 65% del 2005). Nel 2008 questo numero dovrebbe essere visibilmente piu’ alto. (2) Forte aumento del costo del personale (+9.6%) e degli altri costi (+16.3%) dovuto ai premi da contratto e alle provvigioni e royalties. Di conseguenza, il margine operativo lordo si riduce del 7% a EUR4.7m, con un margine che passa dal 14.5% al 12.7%. Sotto il MOL, ammortamenti, oneri finanziari e aliquota fiscale stabili portano a un utile netto di EUR2.2m, -11% rispetto ai EUR2.5m del 2006. L’utile netto resta comunque al 6% del fatturato, un livello particolarmente elevato.

sartori07-2.jpg

Capitale investito. (1) capitale investito in crescita da 11.8m a 12.8m, essenzialmente a causa del capitale circolante; (2) dopo i rilevanti investimenti del 2005 e 2006, Sartori ha investito solo EUR0.2m nel 2007, ma si appresta a una nuova espansione del magazzino con un investimento di EUR2m. (3) il capitale circolante passa da EUR7.7m a EUR8.3m a causa del magazzino che sale da EUR7m a EUR12m, non totalmente compensato dal calo dei crediti verso clienti (-1.7m) e dall’incremento dei debiti verso fornitori (EUR2.5m). (4) il magazzino più elevato è dovuto al graduale spostamento verso prodotti che necessitano di maggiore maturazione.

sartori07-3.jpg

Di conseguenza Sartori mostra un debito in leggera crescita da EUR4.3m a EUR4.8m. Il livello del debito resta comunque molto limitato sia se confrontato con il patrimonio netto (EUR8m, quindi il 60%), sia rispetto al MOL (rapporto debito/MOL pari a 1x). Invece, il ritorno sul capitale e’ in discesa dal 38% al 32%, a fronte del minore utile operativo realizzato.

sartori07-41.jpg

Link del file Google Spreadsheets per i dati completi.

Sartori has promptly sent the 2007 company report, which shows a mid single digit increase of turnover, offset at the operational level offset by a slight reduction in margins mainly attributable to renewed effort to promote products, especially in foreign markets, which represents 80% of turnover. Sartori shows also a slight increase in debt, primarily related to increased stock (in turn be attributed to the gradual shift towards more valuable products, which require longer aging times), which was not completely offset by an improvement in receivable and payable days. Sartori anticipates a difficult 2008, characterized by a stable turnover with margins to be under pressare due to the difficulty to reverse in selling prices the increased costs of purchase of raw materials (this argument, I believe it will characterise many of our posts on 2008 financial results of wine companies).
Sales. (1) growth of 4.7% with Italy +2% after +0.6% in 2006 and foreign markets +5.4% after +0.5% in 2006. Evolution of costs: (1) cost of raw materials was substantially stable at 62.4% of turnover (but better compared to 65% in 2005). In 2008 this number should be visibly higher. (2) Strong increase in the cost of staff (+9.6%) and other costs (+16.3%) due to premiums, contract fees and royalties. As a result, EBITDA margin decline by 7% to EUR4.7m, with a margin moving from 14.5% to 12.7%. Below the EBITDA, depreciation, financial charges and tax rate stable leading to a net profit of EUR2.2m, -11% compared to EUR2.5m in 2006. Net income remains at 6% of turnover, a quite high level.
Capital invested. (1) capital invested grew from 11.8ma 12.8m, mainly due to working capital; (2) after the significant investments in 2005 and 2006, Sartori has invested only EUR0.2m in 2007, but is preparing a new expansion of warehouses with an investment of EUR2m. (3) working capital increased from EUR7.7m to EUR8.3m due to the stock that rose from EUR7m to EUR12m not totally offset by the decline in receivables (-1.7m) and by the increase of payables(EUR2.5m). (4) higher inventories are due to the gradual shift towards products that require longer aging.
Consequently Sartori shows a slight increase in debt from EUR4.3m to EUR4.8m. The level of debt is still well under contro when compared with both the equity (EUR8m, then 60%), and the EBITDA (debt / EBITDA equal to 1x).

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>