Spagna: produzione e esportazioni di vino – dati 2007

nessun commento

[English translation at the end of the post]
Fonte: FEV, MAPA e ISMEA
Parliamo oggi della Spagna, per delineare le caratteristiche della sua produzione di vino e delle esportazioni, mentre nel post successive parleremo del mercato del vino e del loro bilancio vinicolo. La Spagna e’ il terzo produttore in Europa, con una vendemmia 2007 intorno a 40m/hl su circa 1.1m di ettari di superfici vitate. Come vedete la produzione ha avuto una tendenza alla crescita nel corso degli anni passati, quando ha raggiunto un massimo storico di 50m/hl, per poi assestarsi negli ultimi 3 anni a 40-44m/hl.


spain1.jpg

Le superfici vitate hanno visto un graduale calo della parte specializzata nei vini da tavola, che oggi copre circa 45% del totale a vantaggio dei vini di qualita’ che hanno raggiunto nel 2004 circa 622mila ettari, con una crescita del 5% cumulata in 10 anni. Muovendo dalle superfici al vino, la produzione di vini VQPRD in Spagna era di circa di 14m/hl, contro 30m/hl dei vini da tavola nel 2004, con un peso del 33% sul totale. La loro suddivisioni secondo i dati MAPA del 2004 e’ la seguente: Rioja 21%, Cava 14%, La Mancha 10%, Navarra 6%, Jerez e Mazanilla 5%, altri 44%. Quello che e’ curioso notare e’ che nonostante l’aumento delle superfici VQPRD, la crescita significativa della produzione spagnola fino al 2003-2004 e’ avvenuta essenzialmente attraverso i vini da tavola, che sono passati da una media di 17m/hl del 1995-1999 a 24m/hl nel periodo 2000-2003, raggiungendo un massimo di 29m/hl nel 2004.

spain2.jpg

Le esportazioni di vino spagnolo sono notevolmente cresciute nel corso degli ultimi anni, sia a valore che a volume. Nel 2007 la Spagna ha esportato 15.3m/hl (piu’ del consumo interno!) per un valore totale di EUR1833m. In un arco decennale, cio’ significa un incremento del 4.7% annuo per i volumi e del 5.3% per il valore. Il 2007 e’ stato poi un anno eccellente, con un +6% per i volumi e un +12% per i valori.

spain3.jpg

La categoria piu’ significativa delle esportazioni e’ rappresentata dai vini fermi VQPRD che coprono il 50% del valore delle esportazioni e il 23% dei volumi, pari rispettivamente a EUR907m e 3.6m/hl. Nel 2007, le esportazioni sono salite del 9%. Al secondo posto per importanza vengono le esportazioni di Cava, che hanno raggiunto EUR356m nel 2007 per un volume di 1.2m/hl (come vedremo in un altro post i numeri sono molto simili a quelli dello spumante italiano). Il Cava ha avuto un exploit significativo nel 2007 con un incremento del valore delle esportazioni del 28%.

spain4.jpg

Dove esporta la Spagna. Diciamo che i mercati chiave sono in Europa, con Regno Unito e Germania in testa, che raggiungono in totale un terzo del totale esportato (circa EUR300m ciascuno). Vengono poi il Portogallo con EUR121m, la Francia con EUR105 e la Svizzera con EUR98. L’Italia e’ il sesto paese per importanza con EUR78m di vino esportato. Il caso italiano e’ piuttosto strano (e la FEV dice che non si tratta di un errore), in quanto la crescita delle esportazioni e’ stata del 215%, con un boom per gli spumanti che hanno raggiunto un valore di EUR55m esportato. Bisogna pero’ fare attenzione, perche’ potrebbe non essere Cava, ma bensi Champagne che passa per la Spagna…

spain5.jpg

For the next 2 post, we draw our attention to Spain, in order to analyse its wine production and exports (in this post), then moving to the Spanish wine market and their balance of wine production/consumption. Spain is the third largest producer in Europe, with a production in 2007 of around 40m/hl out of about 1.1m hectares of vineyards. As you can see the production showed a growth trend over the past years, reaching a high of 50m/hl and settling in the 40-44m/hl range for the last 3 years.
The vineyards gradually moved to quality wine, which today covers about 45% of the total planted area for a total of 622mila hectares (2004 data), with an increase of 5% accumulated in 10 years . Moving from the areas to wine, quality wine production in Spain was about to 14m/hl against 30m/hl of table wines in 2004, with a weight of 33% of the total. Their breakdown according to 2004 vintage and is as follows: Rioja 21%, 14% Cava, La Mancha 10%, 6% Navarra, Jerez and Mazanilla 5%, others 44%. It is curious to note that despite the increase in areas for quality wines, most of the additional production of Spanish wine until 2003-2004 was achieved in the table wines segment, which rose from an average of 17m/hl of 1995 -1999 to 24m/hl in 2000-2003, reaching a maximum of 29m/hl in 2004.
Exports of Spanish wine grew considerably over the recent years, both in value and volumes. In 2007, Spain exported 15.3m/hl (more than domestic consumption!) for a total value of EUR1833m. Seen over a ten-year period, this means an increase of 4.7% per annum for volumes and 5.3% for the value. 2007 was a very positive year with a +6% for volumes and a +12% for values.
The largest export category is represented by still quality wines covering 50% of the value of exports and 23% of volumes, respectively EUR907m and 3.6m/hl. In 2007, exports grew by 9%. After this, the most important category is Cava, which reached EUR356m in 2007 for a volume of 1.2m/hl (as we will see in another post numbers are very similar to those of Italian sparkling wine). Cava showed a huge jump in 2007 with an increase in the value of exports by 28%.
Geographical breakdown. The key markets are in Europe, with UK and Germany reaching a total of one third of total exports (around EUR300m each). After them, there is Portugal with EUR121m, with EUR105 France and Switzerland with EUR98. Italy is the sixth country with EUR78m of wine exported. The Italian case is rather strange (and FEV says that this is not an error) as the growth of exports was 215% in 2007, with a boom for sparkling wines that have reached a value of EUR55m exported. We must however be careful, because this might not be Cava, but rather Champagne passing through Spain and coming to Italy…

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>