Gancia – analisi di bilancio 2006

nessun commento

Con estrema gentilezza Gancia ci ha inviato una copia cartacea del bilancio consolidato 2006. Gancia e’ uno di principali operatori nel mondo delle bollicine italiane, con oltre EUR100m di fatturato lordo, principalmente concentrati in Italia. L’azienda, nel corso del 2005 e 2006, ha registrato dei risultati poco al di sopra del pareggio a livello operativo e in leggera perdita a livello di utile netto. Il fatturato e’ cresciuto di circa il 10% nel 2006 a EUR109m ed e’ realizzato per il 90% in Italia e per il restante 10% all’estero.

gancia1-1.jpg

Gancia has been very kind and sent us a paper copy of its company report. Gancia is one of the major producer of sparkling wines in Italy, focused on Asti region with over EUR100m of gross revenues in 2006, mainly concentrated in Italy. In 2005 and 2006, the company posted results just above breakeven at operating level and just below it at net profit level. Sales in 2006 grew by 10% to EUR109m and were 90% concentrated in Italy.

gancia1-3.jpg

L’andamento delle vendite nel 2006 e’ peraltro stato particolarmente positivo, con un +22% per le vendite estere e un +9% per le vendite italiane. Come per tutti gli operatori che abbiamo analizzato fino ad ora, i mercati fuori dall’Italia vanno significativamente meglio delle vendite italiane.
Sales trend in 2006 was very good with +22% for international revenues and +9% for the Italian business. As for all the results we analyzed up to now, Italian business performed less positively than international one.

gancia1-2.jpg

Passiamo ai margini, dove Gancia mostra una profittabilita’ molto bassa, soprattutto se confrontata con altri operatori delle bollicine (Berlucchi e Ferrari, che pero’ operano con il metodo classico). Il margine operativo lordo si e’ mantenuto intorno ai EUR3m sia nel 2005 che nel 2006, con un margine in leggera riduzione (da poco piu’ del 3% a poco meno). Con ammortamenti in crescita del 10%, l’utile operativo e’ girato leggermente in negativo. Gli oneri finanziari in crescita e l’imposizione fiscale meno favorevole hanno portato a una perdita di EUR1m rispetto al sostanziale pareggio del 2005.
Margins were quite low compared with its peers in the sparkling wine business (Berlucchi and Ferrari, which are however operating with the Champenoise production process). EBITDA was roughly flat around EUR3m in 2005 and 2006, with a margin declining from 3.3% to 2.7%. With depreciation up 10% and slightly less favourable taxes, the net profit was neative by EUR1m vs. a nearly breakeven in 2005.

gancia1-4.jpg

Ciononostrante, Gancia sta continuando a investire piuttosto pesantemente. Il capitale investito e’ cresciuto nel 2006 da EUR73m a EUR86m, con un aumento di EUR2m del capitale fisso e di EUR10m del capitale circolante. Quest’ultimo e’ stato negativemente influenzato sia dall’allungamento dei tempi di incasso (da 224 giorni a 234) e dall’incremento del magazzino (da 103 giorni a 118), non compensato dai fornitori (da 165 a 159 giorni). In questa maniera, il ritorno sul capitale e’ rimasto su livelli molto limitati, cadendo in leggero negativo nel 2006. Vista l’assenza di profitti per finanziare questi incrementi, il debito e’ salito da EUR36m a EUR52m e corrisponde ora a un “gearing” del 166% (rispetto al 105% del 2005), un livello piuttosto elevato rispetto alla profittabilita’ dell’azienda.
Despite the not exciting results, Gancia continued to invest in 2006. The capital employed moved from EUR73m to EUR86m, with a EUR2m increase of the fixed assets and EUR10m for working capital. WC was negatively affected by higher receivalbe days (from 224 days to 234) and by the increase of inventories (from 103 days to 118), not offset by payables (from 165 to 159 days). In this way, the return on capital employed was very low and turned negative in 2006. Given the absence of profits, net debt grew from EUR36m to EUR52m, which implies a “gearing” of 166% (vs. 105% in 2005), a level quite significant if compared with the low profitability of the company.

gancia1-5.jpg

Gancia ha continuato una politica di riacquisto delle proprie azioni, raggiungendo nel 2006 il 10% del capitale (massimo di legge). L’ultima transazione di 330mila azioni acquistate per EUR2.3m ci consente di dare una valutazione economica del capitale di Gancia di EUR49m, cui si aggiungono EUR52m di debito, per raggiungere quindi un valore d’impresa nell’intorno dei 100 milioni di euro.
Gancia continued a policy of buying back its own shares and invested in 2006 EUR2.3m, thus reaching 10%, which is the threshold set by the Italian law. This deal allows us to give a valuation of the equity of the company, in the region of EUR49m, which would become roughly EUR100m of enterprise value.

Google spreadsheets document

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>