Esportazioni di vino italiano – aggiornamento agosto 2007 e focus sulla Germania

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email

Siccome le esportazioni per Agosto non sono rilevanti per le tendenze generali, ho pensato di cominciare una serie di post che si focalizzano sui principali mercati di export in Italia. Cominciamo a parlare della Germania. Ma prima corre l’obbligo di dire come sono andate le esportazioni a fine agosto. Nella sua irrilevanza per motivi stagionali, le esportazioni sono cresciute del 5.3% nel mese a EUR236m, con un saldo sui 12 mesi Settembre 2006-Agosto 2007 di EUR3396m, +9.6%. I volumi nel mese sono scesi del 6% (ma fanno sempre +13% sui 12 mesi), il mix e’ migliorato di conseguenza del 12% (ma siamo sempre sotto del 3% sui 12 mesi).
Since exports for August are not really significant for the general trend, we use this post also to focus on countries and we start with exports to Germany. Let’s start from August data on exports. They are seasonally not relevant, however what we see is a slight weakening of the growth trend (+5.3% vs. +9.6% on the 12 months) with a reversal of the usual drivers: volumes were negative by 6% (but still +13% on a yearly basis) and mix was improving by 12% (vs. a -3% on the 12 months).

expaug1.jpg


Passiamo ai maggiori segmenti del nostro export. Rispetto alle tendenze annue e’ stato un mese strano, dove a tirare non sono stati i vini sfusi (in verita’ si era gia’ vista a Luglio questa nuova tendenza). Gli spumanti sono cresciuti del 12% nel mese, con un buon bilanciamento tra volumi (quasi +7%) e mix (+5%). I vini imbottigliati, che rappresentano la spina dorsale del nostro export (80% del valore) sono cresciuti del 5% con un calo dei volumi del 2% e un recupero del mix del 7%. Nei 12 mesi si stanno materializzando le seguenti tendenze: una stabilizzazione del mix del vino imbottigliato e una accelerazione nel prezzo medio di vendita dei vini sfusi. Vediamo se dura….
Performance by segments. As you already noticed, this has been a strange months. Unbottled wines were for the second month in a row not performing well as they were used to in the past. Sparkling wines were ok with +12% in value, of which 7% was volumes and 5% was mix. Bottled wines, which are the key item of our exports (80% of the total) were up 5% with volumes down 2% and mix up by 7%. In the 12 months there is a small trend of stabilisation of the mix of bottled wines and a significant improvement of the price-mix of nbottled products.

[TABLE=35]

Germania dicevamo. Mercato molto importante per l’Italia, il secondo dopo gli USA con EUR717m di esportazioni (su EUR3.4bn abbiamo visto), un volume esportato di 6.5m/hl (su 19.5m) a un prezzo medio di EUR1.1 (contro EUR1.74 del totale). Le tendenze annue sono: una crescita in valore di poco meno del 5%, una crescita dei volumi venduti dell’8%, un peggioramento del mix del 3%.
Germany. The market is very importante for Italy, it is the market n.2 after US with EUR717m of exports (vs. a total of EUR3.4bn), with volumes of 6.5m/hl (total of 19.5m) and an average price of EUR1.1 (vs. 1.74 of thetotal). The yearly trends are a 5% increase of exports in value and a 8% increase in volumes, with a worsening of the mix by 3%.

expaug3.jpg

Cosa caratterizza la Germania: e’ il mercato principale del vino sfuso italiano: il 40% delle vendite di vino sfuso all’estero vanno a finire qui, rappresentano il 16% di tutte le esportazioni (contro il 9% medio). Ragionando sui volumi, il confronto e’ ancora piu’ significativo: 51% dei volumi totali di vino sfuso. Come potete vedere la crescita del vino sfuso e’ stata il principale fattore di crescita delle esportazioni nel paese.
Germany is the key market for unbottled wine: 40% of Italian umbottled wine goes there, they are 16% of total exports in the country vs. a 9-10% average. Volumes are even more important: half of unbottled wine goes here. As you can see from the graphs, unbottled wines are the key growth driver of Italian wine exports to Germany.

expaug4.jpg

La Germania e’ pero’ anche il mercato n.1 per gli spumanti italiani. Con una caratterizzazione meno significativa che per i vini sfusi: qui finisce il 18% dello spumante (in valore, il 26% in volume). Corollario di questo discorso: nel segmento del vino imbottigliato la Germania e’ largamente meno importante degli Stati Uniti. Anche in questo caso, stiamo parlando di un mix molto inferiore rispetto alla media delle esportazioni.
Germany i salso the n.1 market for sparkling wines. With a less evident leadership, 18% of total exports are sold here (26% in volumes). As a result, Germany is largely elss important than US in the bottled wine category. The key common item of this date is the poor mix.

expaug5.jpg

Vi propongo com ultimo contributo grafico (qui sotto) l’evoluzione del prezzo mix nel paese, che a guardare i numeri dovrebbe essere una delle fonti principali di crescita: EUR2 al litro per gli imbottigliati contro la media di EUR2.4, EUR0.34 contro EUR0.45 dei vini sfusi, EUR2.01 contro EUR2.88 medio. Ebbene, se vedete questo grafico vi accorgete che il prezzo mix del vino venduto in Germania e’ stabile sia per i vini imbottigliati che per gli spumanti, mentre soltanto nell’ambito dei vini sfusi si puo’ notare un chiaro flesso nella tendenza dei prezzi (peraltro compensato da un indebolimento dei volumi…).
As last graph, I propose the trend of the price for the different categories. This should be the most important growth driver in the country: we sell bottled wine at EUR 2 per liter vs. 2.4 average, sparkling wines ad EUR2.01 vs. EUR2.88 and unbottled wine at EUR0.34 vs. EUR0.45. However, as you can see, the price-mix of bottled and sparkling wines is basically flat, while only unbottled wines are showing a recovery, which is however based on a corresponding reduction of volumes.

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Esportazioni di vino italiano – aggiornamento agosto 2007 e focus sulla Germania”

  • aldo

    La salita dei prezzi, con l’avvicinarsi della vendemmia pregonizza la salita dei prezzi che ci sarà nel 2007, ci sono aumenti del 10-15% medio.
    Sono curioso di capire quale è l’impatto del Tavernello, sul vino imbottigliato.
    Sui vini sfusi, molti imbottigliatori per conto della gdo comprano il vino in italia e lo imbottigliano in loco, peraltro la germania è il paese dove il discount ha la più alta quota in europa questo potrebbe spiegare il fatto.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>