Il mercato degli spumanti nel 2005 – Dati Forum Italiano Spumanti

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

Ripartiamo con una serie di tre-quattro post sugli spumanti che mi sembrano particolarmente interessanti per alcuni di voi, questa volta tratti dal Forum Spumanti Italiani per quanto riguarda le dimensioni del mercato, dai consorzi per quanto riguarda la propensione all’export e da ISMEA-Nielsen per quanto riguarda le abitudini di consumo. Dedichiamo poi un post alla performance 2006 del mercato dello Champagne.
We go back to sparkling wines with 3-4 posts, since I think they are a quite interesting argument. The source of these data are the Italian site specialized in sparkling wines "Forum Italiano Spumanti" and ISMEA Nielsen for the consumption trends. I will then devote one post to Champagne.

Fonte: Forum Italiano Spumanti, Osservatorio produzioni trentine.

spum1-1.bmp

Quindi cominciamo con la produzione italiana degli spumanti, che nel 2005 e’ stato di 253m di bottiglie, di cui una piccola parte (8%) sono metodo classico. La produzione e’ cresciuta del 2.8% rispetto al 2004 e si avvale di 2950 etichette (quindi con una dimensione media per etichetta di circa 85000 bottiglie, circa il 20% superiore alle 71000 bottiglie per etichetta del resto dei vini italiani). Il fatturato al consumo e’ pari a circa 2 miliardi di euro, da cui deriviamo un prezzo al dettaglio medio di 7.7EUR.
We start with the data on the Italian production of sparkling wines, which in 2005 reached 253m bottles, of which a small part (8%) are made of Champenoise type. The production grew by 2.8% in 2004, with roughly 2950 different labels, implying a size per label of 85000 bottles, roughly 20% above the 71000 average for the rest of the Italian wine market. The retail value of this production is nearly 2bn EUR, which implies a value per bottle of 7.7EUR.


Passando a guardare piu’ in dettaglio la sottocategoria del metodo classico, si nota come i due leader siano il Trento DOC e il Franciacorta DOCG che si mangiano i due terzi del mercato totale, mentre un quota di circa un quarto del mercato e’ fatto di prodotti al di fuori delle DOC.
Looking at the details of Champenoise method category, you can see the big weight of the two market leaders Trento DOC and Franciacorta DOCG, which total two thirds of the market, while a rather significant portion of one fourth is covered by products out of the "DOC" status.

spum1-2.bmp

Terza considerazione, forse la piu’ interessante, riguarda il prezzo dei differenti tipi di spumante. La differenza tra il metodo classico e gli altri prodotti e’ piuttosto significativa: siamo a 12 euro di prezzo al consumo per il metodo classico contro circa 7.4EUR del metodo charmat. Quindi un "premio" di oltre il 60%. Ricordando il post che abbiamo scritto riguardo alla Ferrari (il leader indiscusso del Trento DOC) e alla sua profittabilita’, potremmo ben dire che si tratta di un premio che supera ampiamente il differenziale dei costi di produzione.
Third comment, probably the most interesting, is the average price of different products. The gap is quite significant, since the Champenoise method is sold at 12 euro per bottle, with a premium of 63% vs. the EUR7.4 of the other products. If you remind what we commented about the profitability of Ferrari, we might conclude that the price premiums is amply offsetting the higher production cost.

spum1-3.bmp
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>