Regione Umbria, superfici e produzione – aggiornamento 2006 – Fonte ISTAT

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

L’Umbria e’ una regione poco rilevante dal punto di vista vinicolo, considerato che rappresenta circa il 2% della superficie vitata nazionale e poco piu’ del 2% della produzione. La stessa "concentrazione" della vite e’ minore (1.6% rispetto a 2.3%). La viticoltura e’ particolarmente concentrata nella provincia di Perugia per ovvii motivi geografici (3 volte piu’ grande di quella di Terni).

Umbria is not really relevant in the Italian wine landscape. It represents roughly 2% of the vineyards and just more than 2% of the production. The "concentration" of vineyards is lower than the Italian average (1.6% vs. 2.3%). The vineyards are more concentrated in the Perugia province, due to the larger size (3 times vs. Terni).

  Periodo Umbria Italia %
Superficie totale 2005 13.703 718.869 1,9%
Superficie in produzione 2005 13.166 683.507 1,9%
Variazione superficie annua 2000-05 0,3% -0,3%  
Produzione vino (hl/1000) 2006 1.116 52.221 2,1%
Resa per ettaro (stima) 2006 123 110  
VQPRD/totale produzione 2004 22% 24%  

Dai dati generali qui di seguito si comprendono subito caratteristiche salienti della produzione regionale:
la crescita delle superfici vitate, in controtendenza rispetto alla media;
una resa per ettaro superiore del 10% a quella media nazionale;
– una penetrazione della categoria VQPRD leggermente inferiore alla media nazionale.

From this data, some characters of this region are evident:
– a slight growth of areas, which is the opposite of the national trend;
– a yield about 10% higher than Italian average;
– a penetration of quality wines slightly below the Italian average.

Come dicevamo prima, la provincia di Perugia rappresenta il 60% delle superfici a fine 2005, circa 8000 ettari contro 5200 di quella di Terni.Perugia province is 60% of total Umbria vineyards, roughly 8000 hectares vs. 5200 of Terni province.

umbria1.bmp

 

La tendenza alla crescita delle superfici e’ piu’ chiara. In realta’, nel 2005 le superfici vitate sono scese di circa 130 ettari a 13166, mentre le superfici totali sono salite da 13510 a 13703 ettari. La suddivisione per province mostra due tendenze opposte: praticamente stabile a Perugia, in costante crescita (circa l’1% annuo) a Terni, dove da meno di 5000 ettari del 2000 si e’ raggiunto i 5250 ettari due anni fa.
The trend of increasing surfaces is more clear in the following graph. Actually, in 2005 the vineyards were slightly down (-130 hectares) to 13166 hectares, while total areas (including planting rights) were growing from 13510 to 13703. The breakdown by province shows two opposite trends: basically flat in Perugia, with a constant increase in Terni (+1% yearly), where areas in production moved from less than 5000 heactares to 5250 in 2005.

umbria2.bmp

Dal punto di vista delle rese, come dicevamo siamo circa il 10% sopra il livello italiano, a 123q/ha. A dire il vero, sono un po’ piu’ alte a  Terni, dove le superfici stanno anche crescendo in modo piu’ evidente. Da cio’ deriva che in provincia di Terni si e’ prodotto nel 2006 circa il 9% in piu’ del 2000 (quando a Perugia la produzione e’ riimasta stabile).
Yields are 10% above the Italian average, at 123q/ha. In fact, the yields are slightly higher in Terni province, where areas are growing. Coupling growing ares and high yields, we derive an increase of wine production in Terni of 9% in 2005 vs. 2000.

 

umbria3.bmp

Guardando le rese per ettaro negli anni si nota un progressivo deterioramento (leggi aumento) delle rese per ettaro rispetto alla media nazionale, soprattutto a partire dal 2004. A quick look to yields over time shows the progressive deterioration (read increase) of yields vs. the Italian average, mainly happening starting from 2004.

umbria4.bmp

 Il file xls e’ disponibile per ulteriori elaborazioni. 

Download file

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>