Giordano – bilancio 2005 – prima puntata

nessun commento
Print Friendly, PDF & Email

Credo sia una curiosita’ di molti dare un’occhiata ai numeri di Ferdinando Giordano. Diciamo subito che ho recuperato dalla banca dati CERVED il bilancio 2005, mentre non ho ancora recuperato dati descrittivi particolari tipo volumi produttivi o ettari vitati. Giordano e’ una societa’ in forte crescita, con dei margini molto buoni e un ottimo ritorno sul capitale. Inoltre non ha debiti.
I feel that it is a curiosity of many of you to give a look to the financial performance of Ferdinando Giordano. I got the company report from the data bank CERVED, while I am unable to get other operational data such as volumes of production or hectares of vineyards. Anyhow, F Giordano looks like a fast growing company in the wine sector, with good margins and a strong return on capital. In addition, it is free of debt.

giord1-1.bmp

 


Nel 2005 ha fatturato EUR115m, con una crescita del 13% sull’anno precedente, quasi tutta in Italia (+20%), dove Giordano realizza il 62% delle vendite. Dall’altro lato, le vendite estere sono state piuttosto stagnanti, con una crescita del 3.7% vs. l’anno precedente. Nella relazione degli amministratori viene citata una "intensificazione degli sforzi commerciali e delle attività promo-pubblicitarie sui parchi clienti esistenti". Ha lanciato la linea dell’olio d’oliva Terre dei Gigli, ha aperto l’attivita’ commerciale in Austria e ha previsto di iniziare la vendita a clienti privati in USA.
In 2005, it posted EUR115m sales, showing 13% increase, mainly achieved in Italy (+20%), where the company generates 62% of its revenues. On the other hand, international sales were lagging with just +3.7%. The management comment to these results includes: (1) an intensifying commercial action with clients; (2) the launch of olive oil lines Terre dei Gigli; (3) the opening of a commercial subsidiary in Austria and (4) the plan to launch Giordano products in US.

 

I margini di profitto sono piuttosto buoni: nel 2005 il MOL/fatturato ha raggiunto il 12%, rispetto all’8% del 2004. In valore assoluto si tratta di EUR14m, +68.2%. Il margine operativo e’ del 10%, mentre l’utile netto ha sfiorato EUR7m (piu’ che triplicato rispetto agli EUr2m del 2004), dopo un’imposizione fiscale del 42%.
Profit margins are very good: in 2005 EBITDA on sales reached 12% vs. 8% in 2004. The absolute value was EUR14m, +68%. The opeating margin was instead 10%, while net profit almost touched EUR7m, being more than three times than 2004, partially helped by the lower tax rate (42% vs. 51%).

giord1-2.bmp

 Terzo punto, la struttura dei costi. Le materie prime pesano per circa il 39% del fatturato e rappresentano il 44% dei costi, mentre le spese per i servizi sono il 30% del fatturato. Tutte le voci di costo sono rimaste sostanzialmente stabili rispetto al fatturato, ad eccezione delle materie prime, che sono scese dal 42% al 39%, di fatto spiegando la maggior parte dell’aumento dei margini.
Third point, the cost structure. The raw materials weight for 39% of sales and represents 44% of total costs. The other main cost item are services, which are 30% of revenues. All the cost items were flat on revenues in 2005 vs. 2004, except for the raw material costs, which went down from 42% to 39% of sales, basically explaining most of the margin improvement achieved by the company in 2005.

 

giord1-2bis.bmp

 

Prossimo post sulla struttura del capitale investito e ritorno sul capitale.

Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>