Prosecco di Valdobbiadene Spumante – dati 1995-2005 – fonte ISMEA

2 commenti

Passiamo al Prosecco di Valdobbiadene. I dati di ISMEA suddividono la parte spumante dal totale della denominazione del Valdobbiadene Prosecco, che ha raggunto i 40m di bottiglie vendute nel 2004 per rimbalzare a quasi 45m nel 2005. Le vendite di spumante rappresentano circa l’80% del totale (ma il 75% nel 2005) e hanno superato i 30m di bottiglie nel 2002, per raggiungere circa 33m nel 2005. La crescita della denominazione e’ stata costante: circa il 5% annuo per il totale e il 5.5% per la parte spumante, includendo l’esplosivo 2005 che, si nota bene guardando il grafico, ha visto come protagonista la parte non-spumante. Fermando il calcolo al 2004, i dati parlano di una crescita del 4.5% annuo per il totale e del 6% per la parte spumante.

We review now Prosecco di Valdobbiadene. ISMEA data spans from 1995 to 2005 and provides a breakdown between "Spumante" and other products. The total sales reached 40m bottles in 2004 and were above 44m bottles in 2005. Spumante sales historically represented 80% of the total (75% in 2005), and exceeded 30m bottles in 2002 to reach roughly 33m in 2005. The growth of this denomination was quite constant, with 5% annual growth on the 10 years (5.5% for the spumante portion). Stopping the calculation to 2004, data shows a 4.5% growth vs. 6% for the spumante portion.

prosecco1-1.bmp

 

 

 La suddivisione delle vendite per mercato (esclusivamente per la parte spumante) mostra che l’andamento delle vendite estere e’ stato significativamente migliore di quello italiano, sopratutto negli ultimi anni. La crescita delle vendite fuori italia e’ stata costante, raggiungendo un tasso annuo dell’11% contro il 3.5% delle vendite italiane. Anche volendo escludere il 2005, che vede un calo delle vendite italiane di circa l’8% rimpiazzate da un poderoso +27% su mercati esteri, i tassi sui 9 anni sono significativamente diversi: +10% estero, +5% Italia.

The breakdown of sales by market (just for the section of spumante) shows that international sales performed much better than Italy. Their growth reached 11% annually in the last 10 years vs. 3.5% in Italy. Even escluding the abnormal 2005, with -8% for Italy replaced by a +27% outside Italy, the performance in the international markets was significantly better at +10% annually vs. +5%.

prosecco1-2.bmp

Quindi, una vocazione estera in forte crescita. Il peso delle vendite fuori dall’Italia (di cui non disponiamo di suddivisioni) mostra una costante crescita da circa il 18-20% dei secondi anni 90 a superare di slancio il muro del 30% nel 2005, passando per il 25% del 2004, il 23% del 2003 e il 22% del 2001-02.

 So, a clear trend towards increasing international exposure, with penetration raising from a level of roughly flat 18-20% in the second half of the nineties to exceed 30% in 2005.

prosecco1-3.bmp

 

Ecco il file con i dati excel…Download file

Print Friendly, PDF & Email
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Prosecco di Valdobbiadene Spumante – dati 1995-2005 – fonte ISMEA”

  • Poldo Wine

    Lo spumante va. Non c’è dubbio. Mi chiedo: lo spumante sta all’acqua gassata come il vino fermo sta all’acqua naturale?
    Nel senso: lo spumante va di più (presso le nuove generazioni, quelle che spingono e spingeranno il mercato in futuro) perchè ha le bollicine? Sento dire che i rossi corposi ai giovani non piacciono. Oppure le bollicine come sempre (cicli dello Champagne) vanno un po’ a periodi storici?

  • Emanuele

    Il Valdobbiadene Doc nella sua versione di Spumante è il massimo che un vitigno come il prosecco può e sà offrire. E’ ovvio sottolineare che solo la Doc Conegliano-Valdobbiadene si fregia di tale qualità nello spumante per le note ragioni che tutti sappiamo e cioè che quelle terre hanno una marcia in più che donano una struttura unica per la produzione di spumanti di qualità, cosa che non succede per prosecchi piantati e/o prodotti in altre aree.
    Per il trand giovani/bollicine è vero, il Valdobbiadene Doc è un vino giovane, semplice, ha un costo onesto ed incontra il gusto di tutti. Le bollicine ormai sono quasi d’obbligo. Danno euforia e freschezza e viene bevuto nei momenti belli e gioiosi quindi lascia bei ricordi. E’ anche per questo che tutti lo scelgono. Un piccolo consiglio da amante e produttore: Il prezzo di una bottiglia di vino non fà il vino nè grande nè piccolo…la qualità è un’altra cosa!

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>