Si produce piu' Vernaccia di San Giminano o Nobile di Montepulciano? – dati CCIAA Siena 2005

2 commenti
Print Friendly, PDF & Email

Una fonte di dati ancora inesplorata sono le camere di commercio. Alcune sono prodighe di qualche tabella interessante, tra qui quella di Siena. Siena pubblica un librone annuo sulla produzione di qualsiasi cosa nella provincia, tra cui anche l’uva. Abbiamo quindi accesso ai numeri riguardanti i quintali di uva prodotti per le diverse denominazioni (DOC/DOCG): 632137 quintali nel 2005, circa il 34% in meno del 2004 (957981q), suddivisi come si vede dal grafico qui di sotto…

More Vernaccia or Nobile di Montepulciano?

An unexplored source of data for the blog are the so-called "camere di commercio". Some of them are providing good data. Siena chamber is in paricular publishing a yearly book on whatever is produced in the province. Among these stats, there is a detailed list of grapes production for DOC and DOCG wines. In total in 2005, 632137q of grapes were produced (-34% vs. 2004, at 957981q), with the breakdown detailed here below

Breakdownsiena2005.bmp

I dati indicano anche qualche "sorpresa"… ad esempio che la Vernaccia di San Giminiano e’ prodotta da 52000q di uva, ben di piu’ dei 40000q del Nobile di Montepulciano. Ma a dire la verita’ le posizioni nel 2004 erano invertite…
E questo ci porta a un secondo ordine di considerazioni… posto che l’annata e’ stata meno "voluminosa", proprio la vernaccia ha subito la minore variazioni tra le grandi denominazioni con -18%, insieme al Rosso di Montalcino con -15%. In una via di mezzo si pongon il Brunello con uve in calo del 26%, il Chianti a -25% e il Chianti Classico a -34%. Il vino tra i grandi piu’ in calo di tutti e’ il Nobile di Montepulciano, che ha quasi dimezzato le uve da un anno con l’altro
Da ultimo una considerazione sui vitigni internazionali: non hanno ancora guadagnato terreno nelle denominazioni. Nel 2005 hanno rappresentato l’1% del totale raccolto, nel 2004 erano al 2%. Tenendo conto che non ho considerato le denominazioni non chiaramente "francesi"…

Data also provides for a few surprises… for example, Vernaccia di San GIminiano was produced out of 52000q of grapes, which is more than the 40000q for Nobile di Montepulciano. This is quite surprising, although we have to say that the year before the two demoninations had opposite ranking.

This takes us to another set of comments… assuming that 2005 was less rich in terms of volumes than 2004, it is quite curious to see that Vernaccia only showed a 18% decline in production, together with the 15% decline of Rosso di Montalcino. Brunello is in the middle, with -26%, together with Chianti at -25% and Chianti Classico with 34%. The steepest decline is by Nobile di Montepulciano, which showed nelarly half of the volumes experienced in 2004.

Finally, just one comment on international grapes: they have still not broken up in the top denominations, as in 2005 they just represented 1% of volumes (2% in 2004). 

SIENA CALO 2005.bmp
Fondatore e redattore de I numeri del vino. Analista finanziario.

2 Commenti su “Si produce piu' Vernaccia di San Giminano o Nobile di Montepulciano? – dati CCIAA Siena 2005”

  • Poldo Wine

    Interessanti anche questi dati. Questa estate sono stato due settimane
    in zona Vernaccia per approfondire su questo vino ancora poco nobilitato… sai cosa ho scoperto? Che i due migliori produttori di Vernaccia sono un milanese (Panizzi) e due svizzeri (Rampa di Fugnano). E i toscani, storicamente “proprietari” del vitigno, dove sono?
    La Vernaccia meriterbbe di più… ma forse qualcosa si sta muovendo…

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>